Fase 3: Indicazioni

  • Escursione in costiera amalfitana fase 3 Vista appena dietro Amalfi
    Vista poco dopo Amalfi - appena sopra la strada costiera

Ingresso alla tappa 3 da Pogerola

Dopo un pernottamento a Pogerola, sopra Amalfi, dobbiamo prima tornare quasi al livello del mare. Dal "centro del paese" a Pogerola seguiamo Via Castello oltre la chiesa in direzione del mare fino a quando sono visibili i gradini a destra con un cartello per "Amalfi". Lo seguiamo scendendo in una gola fino a quando dopo circa mezz'ora raggiungiamo la strada costiera o il percorso escursionistico direttamente da Amalfi (direttamente alla fine del tunnel, waypoint 1).

Ripide scalinate nella roccia ci conducono in una verde gola arrivando da Pogerola fino alla strada litoranea

Fatti della fase 3

Altitudine: 

da Amalfi: 950m di salita/ 320m di discesa  

da Pogerola: 950 m di salita/ 620 m di discesa  

Durata: 4:00 da Amalfi / 4:30 da Pogerola (calcolato senza interruzioni)

Guarda anche Profilo altimetrico in dettaglio.

Download del percorso GPS per la fase 3

Rinfreschi

piccolo bar con stuzzichini e pizza al bivio a Lone, diversi ristoranti a San Lazzaro.

Ingresso alla tappa 3 da Amalfi

Chi ha soggiornato ad Amalfi invece che a Pogerola lascia Amalfi in leggera salita sulla litoranea verso ovest e attraversa la galleria stradale. Subito dopo il tunnel (waypoint 1) si incontra il percorso proveniente da Pogerola.

Continua dietro il tunnel

Pochi metri dopo la galleria abbandoniamo la litoranea e proseguiamo sul sentiero ad essa parallelo, inizialmente al di sotto di edifici residenziali, poi sempre più rurali. Circa 25 minuti dopo il tunnel, purtroppo dobbiamo lasciare l'Höhenweg perché un posto di blocco impedisce il passaggio più avanti. La scala corrispondente (waypoint 2) si trova subito dopo un cancello ad arco con il numero civico piastrellato 33 e si presenta così:

Escursione in Costiera Amalfitana - Fase 3 - Guardando indietro alla ripida costa

Poco prima di questa torretta scendiamo le scale - il percorso più avanti è bloccato!

Deviazione per chiusura traccia e salita a San Lazzaro

La deviazione ti porta lungo la strada costiera oltre un bar/pizzeria con una buona visuale (waypoint 3), dove prendi la destra delle due strade e la segui per due tornanti. Nel secondo tornante, una serie di scale ci porta a sinistra (waypoint 4), dopo poco arriviamo a un sentiero pianeggiante, che seguiamo a sinistra. In una chiesa incontriamo di nuovo la strada, la nostra scalinata porta un po' a sinistra e più in alto (waypoint 5).
Seguiamo questo promettente e ben battuto sentiero in salita fino a San Lazzaro (ca. 1:40 h dalla sbarra in località Lone). A San Lazzaro ci sono diverse opportunità per una pausa pranzo (waypoint 6).

Fase di chiusura 3Pericolo: Poco dopo il punto 5 c'è una (nuova) chiusura del percorso - vedi simbolo sulla mappa! Secondo le segnalazioni degli escursionisti è possibile una deviazione ad esempio attraverso il paese di Tovere e da lì sul sentiero CAI-361b. Bisogna però prima attraversare il tunnel stradale, poi ripidi gradini portano in “Via Grado” fino a Tovere e da lì sulla CAI-361b.

Da San Lazzaro a Bomerano

Dalla fine della scalinata a San Lazzaro, il nostro percorso conduce prima in leggera salita sulla strada fino alla chiesetta, dove svoltiamo a sinistra (waypoint 7). Ora scende ancora un po' e poi giriamo ancora a sinistra in "Via Pino". La strada scende a serpentine, in una curva cambiamo in un piccolo sentiero (waypoint 8). Questo ci conduce sotto una ripida parete rocciosa popolare tra gli scalatori fino a un piccolo ruscello.

Sul lato opposto della gola il sentiero si dirige verso sud e termina su una stradina di accesso. Seguiamo questo fino ad arrivare alla strada principale più in alto (waypoint 9). Qui giriamo a sinistra e seguiamo la strada principale in discesa per 750 m. Poco prima del primo tornante della strada principale svoltare a destra in direzione "S. Alfonso” (waypoint 10). Alla fine di questa strada inizia un bel sentiero escursionistico ben segnalato per Bomerano (ca. 2 ore da San Lazzaro).

Papaveri rossi e la Costiera Amalfitana sullo sfondo