Domande, segnalazioni e consigli per le escursioni in Costiera Amalfitana

Hai già fatto un'escursione in Costiera Amalfitana o addirittura sul CAI-300? O hai intenzione di fare un'escursione nella zona?

Quindi non vediamo l'ora di ricevere commenti, suggerimenti, suggerimenti o domande!

Abbiamo creato una sezione separata per il feedback sullo stato attuale del sentiero.

Raccomandazione per ulteriori escursioni a lunga distanza

Amiamo essere sui sentieri escursionistici a lunga distanza del Mediterraneo e possiamo consigliare altre bellissime destinazioni di viaggio ed escursioni oltre all'escursione a lunga distanza in Costiera Amalfitana! Puoi trovarli sul seguente sito web:

Hashtag Instagram CAI300

Le impressioni attuali di altri escursionisti sono disponibili su Instagram #CAI300

173 Commenti

  1. Caro Franco,
    sono appena tornato dalla mia escursione da Maiori a Sorrento.
    Le tue informazioni mi hanno aiutato molto con la preparazione e lungo la strada - grazie mille per il lavoro estremamente approfondito!!
    Come base per gli ultimi due giorni - viaggi al promontorio di Campanella ed esplorazione di Sorrento - questo ha funzionato per me Grand Hotel Hermitage molto ben collaudato a Sant'Agata. Costa meno di alcuni B&B, la posizione è perfetta per l'autobus e i sentieri escursionistici e la vista su Sorrento è favolosa.
    Posso solo dire a tutti gli escursionisti: fatevi strada verso la Costiera Amalfitana!!

    • Ciao Bertram,

      Grazie per il tuo fantastico feedback! Spero che il tempo sia stato bello in questo periodo dell'anno :-)
      Sono d'accordo con te: il Grand Hotel Hermitage è molto ben posizionato per visitare Sorrento senza dover pagare il supplemento.

      Tanti auguri

      Franco

  2. Caro Frank e tutto il team,

    Ho appena trascorso 7 giorni meravigliosi di escursioni. Ho fatto esattamente il tour che hai descritto e sono ancora completamente entusiasta. Ho seguito i tuoi suggerimenti per quanto possibile, anche con gli hotel per quanto erano disponibili. Ma ho sempre prenotato di giorno in giorno e non in anticipo. Nessun problema a maggio, puoi sempre trovare buoni affari su Booking.com. Questo è certamente diverso in alta stagione.
    Grazie per il tuo sito super informativo e soprattutto per le tracce GPS. mi hanno aiutato molto.
    Penso che sia fantastico che ci siano persone come te che hanno il tempo e l'energia per offrire tutto questo qui.
    Un altro consiglio da parte mia se arrivi con la tua macchina.
    Ho parcheggiato la mia auto a Salerno presso Easy Garage Parking per 7 giorni.
    Posso solo raccomandare. Persone molto simpatiche e molto economiche. Abbiamo pagato € 69 per i 7 giorni. Il veicolo è parcheggiato al sicuro in un garage lì. Una navetta per l'hotel (era al Vigi B&B come mi hai consigliato) è inclusa nel prezzo. Un servizio navetta è offerto anche per il ritiro.
    Importante: Prenota direttamente attraverso il loro sito web. http://www.parcheggiosalerno.it/
    E non tramite i vari portali di servizi che compaiono in cima alle classifiche di Google, come Parkvia.com. Lì la prenotazione costa molto di più.
    Grazie mille per i tuoi suggerimenti e per questo fantastico sito.
    LG, Bernardo

    • Ciao Bernardo,

      Mille grazie per gli elogi :-) e per il prezioso consiglio sui parcheggi a Salerno! Non avevamo nemmeno pensato di arrivare in macchina quando abbiamo parlato di "arrivo". Ma forse sto pensando troppo al tedesco del nord :-) Certo, da Stoccarda o Monaco si può fare anche in macchina.

      Saluti da Amburgo

      Franco

    • Ciao Bernardo,
      È passato molto tempo dal tuo reportage, ma forse lo stai ancora leggendo e puoi raccontarmi alcune cose sul *viaggio con la tua auto *a Salerno.
      avevamo inizialmente pensato all'aereo e al treno, ma siamo già molto limitati da questo e vogliamo essere liberi e rimanere dove vogliamo.
      Venendo dall'Austria.Sono circa 1400 km solo andata per Salerno.La mia preoccupazione sarebbe il traffico,come si dice il sud Italia e il traffico è una sfida.Sarei felice di avere qualche informazione in merito,anche da altri che hanno osato viaggiare in macchina. Grazie LG Mathias

      • Ciao Mattia,
        Bernhard probabilmente non leggerà più la tua domanda. Ma siccome anch'io ho una certa esperienza di auto nel sud Italia - anche se non direttamente in Costiera Amalfitana oa Napoli - valuterei la situazione come segue:
        Guidare la propria auto nelle ore di punta in una grande città italiana come Napoli è probabilmente una sfida. Allo stesso modo, il percorso lungo la Costiera Amalfitana - ammesso che si voglia percorrerlo in auto - richiede di essere in grado di controllare il proprio veicolo in sicurezza, anche in situazioni stressanti (curve strette, traffico in arrivo con autobus e camion, precipizi, clacson macchine...).
        Tuttavia, considererei il viaggio fino a Salerno relativamente privo di problemi: se parcheggi lì la tua auto come suggerito da Bernhard, dall'uscita dell'autostrada al parcheggio multipiano sono solo pochi chilometri. In realtà trovo le autostrade in Italia abbastanza rilassate (a causa del limite di velocità e dei pedaggi).
        Ovviamente, ora presumo che farai l'intero tour a piedi e non guiderai a tappe.
        Spero che questo aiuti un po 'nel processo decisionale.
        Tanti auguri
        Franco

        • Ciao Franco,
          Grazie per la tua rapida risposta. Va bene per il viaggio, lo affronteremo in questo modo. Vogliamo l'autostrada fino a Salerno e poi fare l'intero tour a piedi. Grazie ancora, lg mathias

  3. Ciao Franco,

    Mi sono imbattuto nel tuo sito mentre pianificavo una visita guidata per la nostra sezione DAV dopo il mio breve viaggio in Costiera Amalfitana.

    Grazie mille per le informazioni dettagliate e le bellissime foto. Tutto molto stimolante :-) - e anche se ho bisogno di un alloggio con un numero maggiore di posti letto per il mio gruppo, l'uno o l'altro dalla tua ricchezza di esperienza confluirà sicuramente nella pianificazione della mia escursione a lunga distanza lungo la spettacolare Costiera Amalfitana e sulla Penisola Sorrentina. :-)
    E anche se arrivare in aereo dovesse rimanere l'eccezione nel nostro programma di tour, sarei felice di dare un'occhiata alle tue altre pagine e sono curioso di vedere cosa farai dopo e poi pubblicare.

    Cordiali saluti da Leonberg e molti altri meravigliosi tour con lo zaino in spalla
    di Gisella

    • Ciao Gisella,

      Grazie per l'ottimo feedback - è un onore per noi che il DAV stia ricevendo informazioni da noi :-)
      Se il tuo programma è in Costiera Amalfitana, sarei felice di pubblicare un link qui...

      Tanti auguri

      Franco

  4. Ciao a tutti, stiamo finendo l'ultima serata della nostra vacanza, iniziata sabato di una settimana fa via Roma a Salerno. Hai indovinato, abbiamo scelto la tua escursione e l'abbiamo percorsa in larga misura. Prima di tutto, ovviamente, un enorme grazie per il lavoro dettagliato, che ci è stato di prezioso aiuto nella preparazione e durante l'escursione. Avevamo sempre con noi le mappe di ogni singola tappa tramite l'app dell'Associazione alpina tedesca, altrimenti le cose sarebbero diventate critiche. Abbiamo portato con noi molte impressioni panoramiche e abbiamo avuto una serie di piacevoli incontri con la gente del posto. Ci sono stati anche incontri misteriosi con parti della fauna della Costiera Amalfitana (serpenti, per esempio), così come occasionali eventi culinari a Positano, Torca e Schiazzano. Con SITA Sud abbiamo sperimentato l'intero spettro, dalla puntualità e cordialità a un soggiorno non programmato di due ore ("Ma l'autobus sarà tra 10 minuti..."). Quello che vorremmo avere per ulteriori viaggi sarebbero in realtà più consigli culinari. Possiamo solo dare i seguenti suggerimenti dalla nostra parte: Meno bagagli è meglio, la maggior parte degli alloggi offre un servizio di lavanderia per coloro che non vogliono fare il bucato da soli.
    La tappa 5 da Torca richiede la massima attenzione, poiché alcuni sentieri sono ricoperti di vegetazione e il sentiero veramente corretto è spesso a soli 4-5 metri da quello che sembra essere il sentiero corretto. E, ultimo ma non meno importante, un giorno libero è un buon modo per vivere il paese e la gente un po' più intensamente in qualsiasi momento.
    Tutto sommato è stato fantastico, tutte le impressioni, gli incontri e le piccole sfide. Grazie mille per il tuo duro lavoro e continua così!

    Tina & René

    • Ciao René & Tina,

      Grazie per la tua segnalazione! In tema di bagagli: abbiamo fissato la linea guida “max. 10kg bagaglio + acqua”. Ciò richiede una certa disciplina durante l'imballaggio, ma ne vale la pena.
      Nei prossimi giorni inserirò le informazioni sulle difficoltà di orientamento da Torca nella descrizione della tappa n° 5.

      Tanti saluti da Amburgo,

      Franco

  5. Sono assolutamente felice del tuo sito e degli ottimi rapporti. Vorrei iniziare subito. Alcune delle mie domande hanno già avuto risposta nei commenti precedenti. Dato che ho sempre fatto solo gite di un giorno e nessuna escursione a lunga distanza, ho la seguente domanda:
    Qualcuno ha esperienza con il trasporto bagagli?
    Se vuoi riposare qualche giorno alla fine del tour.

    • Ciao Regina,

      Se ho capito bene, vuoi poter ricevere un bagaglio in più con vestiti puliti ecc. alla fine dell'escursione, giusto?
      L'unica possibilità praticabile che vedo per il tour di Amalfi è la seguente: Come in Germania, anche in Italia c'è la possibilità di prenotare pacchetti fermoposta inviare. Si chiama il corrispondente servizio di Poste Italiane fermoposta e include 7 giorni di conservazione. Non l'ho provato personalmente e non posso dire nulla sull'affidabilità e velocità di Poste Italiane. ;-) In ogni caso non spedirei il pacco con i vestiti extra dalla Germania, ma da un ufficio postale italiano, per esempio a Napoli o Salerno. I seguenti link per informazioni:

      Se lo provi, apprezzerei un feedback dopo!

      Tanti auguri

      Franco

      • Grazie mille per la tua risposta dettagliata. Quando sarò nella fase concreta di pianificazione, proverò a spedire la valigia all'ultimo hotel tramite taxi o corriere tramite gli hotel prenotati. Penso che dovrebbe funzionare.

  6. Ciao Franco,

    ora anche il mio livello di conoscenza in fatto di mappe per tutti coloro che vogliono fare escursioni in Costiera Amalfitana.
    Se vuoi attrezzarti oltre le mappe elettroniche: c'è una mappa bussola nella consueta scala 1:50.000, sulla quale alcuni percorsi sono segnati molto chiaramente in rosso. Dispongo anche della carta dei MONTI LATTARI, appena pubblicata dal CAI, in scala 1:25.000 das-landkartenhaus.de ordinato e pensare che entrambe le carte si completino abbastanza bene.
    Cordiali saluti e buona progettazione
    auguri Gisella

  7. Ciao voi due,
    Prima di tutto, grazie per l'ottimo sito web.
    Siamo appena tornati, abbiamo fatto un'escursione in Costiera Amalfitana in 6 giorni nella prima settimana di ottobre 2017. Le tue tracce GPS e l'eBook sono stati i nostri compagni e ci hanno aiutato molto.

    Le nostre esperienze e consigli:

    Arrivarci:
    Abbiamo scelto il veicolo e pagato un pedaggio autostradale di 40 franchi in Svizzera e un totale di 130 franchi in Italia. Arrivo dalla Germania meridionale entro 1,5 giorni senza problemi.

    Punto di partenza:
    Abbiamo parcheggiato a Pompei e preso il treno per il sobborgo salernitano di Vietri sul Mare. Lì scendi verso la costa e puoi già vedere il punto di partenza presso la chiesa che hai descritto. Requisito aggiuntivo circa 1 ora dalla stazione ferroviaria, ma nessuna corsa in autobus aggiuntiva.

    fasi:
    Abbiamo unito le tappe 3 e 4 e siamo rimasti a Montepertuso. Da lì, l'ingresso alla continuazione del sentiero escursionistico è facile da trovare e non è necessario scendere prima a Positano. Abbiamo trovato questo un percorso davvero fantastico, che non è in alcun modo inferiore al famoso "Sentiero degli Dei". La tappa successiva poi lungo la costa fino a Nerano. Attenzione qui: Il sentiero escursionistico è praticamente inesistente nell'ultimo tratto tra Torca e Marina di Cantone. Orientamento davvero solo tramite GPS in cespugli alti. Pernottamento a Nerano. Ultima tappa poi al faro all'estremità della penisola, poi a Termini e poi in autobus/treno fino a Pompei/Napoli. 6 giorni in totale.
    Abbiamo pensato che fosse una cosa così rotonda: l'intera costa senza fermate dell'autobus fino all'ultima punta.

    Carta geografica:
    C'è un'ottima mappa: Costiera Amalfitana, scala 1:25.000 per € 7,50. Purtroppo non disponibile ovunque. Con sentieri escursionistici e brevi descrizioni e orari.

    Conclusione:
    Una fantastica escursione. Lontano dai luoghi quasi sempre da solo. Bellissimi posti e paesaggi.
    Altamente raccomandato, ma solo in primavera e in autunno :-)

    Saluti Joerg

    • Ciao Jörg,
      Grazie mille per i tuoi consigli dettagliati e per la variante dell'arrivo in auto!
      Quello che mi interessa davvero è il tuo percorso sopra Positano. Hai qualche informazione in più? Allora abbiamo cercato invano una via del genere. L'unica cosa che abbiamo trovato è stato un sentiero in costruzione che terminava in un vicolo cieco.
      Forse possiamo semplicemente parlarci via e-mail?

      Molte grazie in anticipo!

      Franco

  8. Ciao a tutti,

    hai creato una pagina fantastica – rispetto!!! Tutto sommato, penso che sia fantastico creare un servizio di informazione che documenti le escursioni a lunga distanza nell'Europa meridionale. Ho anche percorso la Costa Brava, da Argeles-sur-Mer (F) a Blanes (ES) - due volte!!

    Posso consigliare caldamente la Costa Vicentina (www.rotavicentina.com), ho percorso quasi l'intero percorso nell'aprile di quest'anno - è stato fantastico !!

    Continuate così !! Se dovessi affrontare la Costiera Amalfitana nel 2018, vi rispondo qui....

    LG
    Segno

    • Ciao Markus,
      Mille grazie per il complimento :-) Mi è stato chiesto più volte dell'escursione costiera portoghese, è sicuramente nella nostra lista!
      Tanti auguri
      Franco

  9. Ciao Franco,

    siamo stati in costiera amalfitana a metà ottobre e siamo rimasti fedeli al tuo itinerario, abbiamo utilizzato anche i tuoi consigli per i pernottamenti. Siamo rimasti molto entusiasti del tour, le sistemazioni erano molto buone senza eccezioni.
    Ha funzionato benissimo anche con il Viewranger sullo smartphone, i file GPS ci hanno aiutato molto.
    Grazie per il tuo fantastico sito di viaggi. Non vediamo l'ora di fare nuovi tour;-)

  10. Ciao Franco,

    Complimenti, davvero un bel sito!!!
    Se l'avessi trovato prima della mia escursione ad Amalfi, avrei potuto risparmiarmi qualche ricerca...

    Nella guida escursionistica Rother "Golfo di Napoli" c'è anche una breve discussione sulle escursioni a lunga distanza alla fine. Così ho fatto il mio percorso da Corpo di Cava a Sorrento. Peccato, tra l'altro, che tu raccomandi l'autobus tra Positano e Colli di San Pietro. Quello è stato uno dei tour più belli, anche se a volte davvero difficile da trovare. Con la traccia GPS di Rother è andata abbastanza bene.
    Se sei interessato al mio tour, ho scritto un resoconto dettagliato nel forum di Outsideseiten:
    https://www.outdoorseiten.net/forum/showthread.php/100212-IT-Treppen-Trekking-an-der-Amalfik%C3%BCste-%C2%96-Von-Corpo-di-Cava-nach-Sorrento

    Tanti auguri
    wolfgang

    • Ciao Wolfgang,
      Grazie per il link con il tuo rapporto dettagliato. Quando guardo le foto della tua "Tappa 6: Agriturismo La Ginestra - Colli di San Pietro", divento davvero geloso :-) Le foto sono davvero fantastiche! Abbiamo provato a trovare questo percorso sotto la pioggia e la nebbia in quel momento, ma poi abbiamo dovuto rinunciare e quindi abbiamo incluso con riluttanza il percorso dell'autobus nella descrizione del tour. Nel frattempo, tuttavia, sia tu che Jörg avete confermato in modo indipendente che il "percorso di connessione superiore" esiste davvero. E che arrivi a destinazione anche se segui obbedientemente il percorso GPS e non ti lasci fermare da segnali mancanti o percorsi invasi dalla vegetazione :-)
      Pertanto: non appena avrò un po' più di tempo nelle prossime settimane, adeguerò la mia descrizione del percorso.
      Grazie ancora per il tuo feedback!
      Franco

  11. Ciao a tutti,

    Cosa ne pensi, è possibile anche un tour in 3 tappe? Quali fasi dovrebbero essere secondo te? Trovo il tutto molto allettante, ma con noi il volo di andata sarebbe lunedì e il volo di ritorno venerdì, quindi solo 3 giorni interi...

    Grazie per il feedback

    saluto

    Timo Kemming di Münster

    • Ciao Timo,
      se non l'hai ancora scoperto: ce l'ho già al seguente link varianti più brevi descritto con 4 o 5 stadi. Con solo 3 tappe, mi limiterei alla tappa 2-4, quindi porti con te i punti salienti della Costiera Amalfitana centrale (Amalfi stessa, il Sentiero Degli Dei e Positano). Ciò significa che inizi a Maiori e finisci a Positano.
      Per arrivarci: C'è un autobus Sita da Salerno a Maiori (orario) e uno da Positano a Sorrento.
      Tre giorni sono abbastanza brevi, ma se non c'è altro modo, la variante di cui sopra sarebbe il mio suggerimento.
      Tanti auguri
      Franco

  12. Ciao,

    Dopo un documentario sul Sentiero Degli Dei, mio padre ha voluto programmare un viaggio in Costiera Amalfitana per fare un'escursione. Il tuo sito mi ha completamente sbalordito! Non ho mai programmato/organizzato più di qualche giorno di relax sul Mar Baltico...
    Vorrebbe prolungare il suo soggiorno di 2-3 giorni al mare/Dolce Vita. Puoi darmi un consiglio su dove funziona meglio? Che dire delle spiagge di Sorrento, oppure è più opportuno un soggiorno prolungato a Schiazzano nella Lubra Casa Relax, a cui siete tanto affezionati? Ha senso restare lì per 3 notti e poi fare un'escursione a Sorrento? O ti aggrappi ai giorni alla fine a Napoli? Ci scusiamo per le tante domande, ma sono così eccitato che quasi vorrei guidarlo da solo ;) Il tour è previsto per settembre.

    Tanti auguri
    Anna

    • Ciao Anna,
      bello che tu sia così eccitato :-)
      Per quanto riguarda le tue domande: la zona intorno a Sorrento è così bella che non puoi davvero sbagliare molto, non importa dove esattamente ti trascorri qualche giorno in più:

      • il Lubra Casa Relax è meravigliosamente nascosto nel bel mezzo di un bellissimo paesaggio. Da qui sono possibili numerose piccole escursioni verso località balneari, spiagge e baie della zona. Tuttavia, la proprietà in sé non è sulla spiaggia. Ideale per chi desidera molta tranquillità e meno trambusto possibile e può fare a meno di essere direttamente vicino alla spiaggia.
      • In alternativa alla Lubra Casa Relax più vicina alla spiaggia, potrebbe essere disponibile un alloggio nei dintorni di Nerano in questione. Tuttavia, la sera la baia è all'ombra, quindi personalmente preferirei la Lubra Casa Relax a causa del sole della sera.
      • Sorrento stessa si trova su una costa scoscesa. Sebbene ci siano anche spiagge balneari e piattaforme balneari, Sorrento impressiona di più con la sua vasta selezione di ristoranti, bar, musei e un'atmosfera da dolce vita quasi kitsch. Penso che Sorrento valga davvero la pena di essere vista, ma dopo i tanti giorni solitari di escursioni in Costiera Amalfitana ho dovuto fare i conti con l'alto numero di visitatori in questa città.
      • Per Napoli, questo è ovviamente ancora più vero con l'afflusso di visitatori. programma di contrasto.
      • Ho già sentito da diversi altri escursionisti che un soggiorno nella vicina isola di Capri è attraente come conclusione (Servizio di traghetti da Sorrento).

      Spero che una di queste alternative si adatti molto bene a tuo padre :-)
      Saluti da Amburgo
      Franco

  13. Caro Franco & Co,

    Se vado da te all'inizio di maggio di quest'anno, sarà probabilmente come dice Bernhard: che non devi prenotare l'alloggio in anticipo?

    Sono molto impressionato dal tuo sito web e non vedo davvero l'ora!

    Grazie in anticipo e distinti saluti
    Ulrica

    • Ciao Ulrica,
      Sulla base delle esperienze di Bernhard ea causa della quantità generalmente elevata di alloggi in Costiera Amalfitana, penso anche che una ricerca spontanea di un alloggio all'inizio di maggio dovrebbe avere successo. Quindi fai un'escursione prima di tutti i giorni del ponte (giorno dell'Ascensione, Pentecoste).
      Tutto sommato, probabilmente è una questione di gusto personale: vuoi rimanere flessibile e poter rimanere spontaneamente più a lungo in un bel posto? Oppure apprezzi sapere in anticipo dove alloggiare e a quale prezzo?
      Abbiamo scoperto che è più rilassante per noi aver fatto la maggior parte dell'organizzazione prima di andare in vacanza. Ciò consente di risparmiare tempo e sforzi di ricerca in ogni singola giornata di escursioni e non è da ultimo un buon modo per alzarsi e camminare anche in una giornata piovosa :-)
      Buone escursioni a maggio e cordiali saluti
      Franco

  14. Ciao Franco,
    Abbiamo scoperto il tuo sito oggi e ne siamo entusiasti. Vogliamo fare un'escursione nel tour a marzo e ti ringraziamo in anticipo per l'ottimo aiuto nella pianificazione.
    La direzione escursionistica scelta ha un motivo particolare? Pianifichiamo esattamente il contrario!

    Tanti saluti dalla Svevia

    • Ciao Cristiano,
      Da un punto di vista prettamente tecnico, non ci sono vincoli in termini di regia. Secondo me ci sono diversi motivi per andare da Salerno a Sorrento:

      • Trovo che le tappe nell'ordine descritto aumentino di giorno in giorno e diventino sempre più belle e spettacolari. Trovo anche più utile avere come destinazione la sofisticata Sorrento che la tranquilla Salerno. Soprattutto perché puoi davvero fare un'escursione in città a Sorrento senza problemi. A Salerno c'è ancora un po' da percorrere in autobus.
      • Tappa 4: Il Sentiero Degli Dei è percorso dalla massa di persone da est a ovest. Questo perché hai sempre la vista spettacolare a ovest di fronte a te. Logicamente, chi percorre il sentiero nella direzione opposta non ha questo e deve anche aspettarsi di dover costantemente evitare il grande flusso di visitatori.

      D'altra parte, non riesco a pensare a nessun vero vantaggio nell'andare nella direzione opposta. Ma per favore fammi sapere cosa ti ha spinto a pianificare il contrario! Sicuramente interesserà altri lettori!

      Saluti da Amburgo
      Franco

  15. Ciao Franco,

    abbiamo in programma di fare questo tour anche a maggio.
    Una domanda riguardante i bagagli: qual era il volume dei vostri zaini?

    Hai bisogno di vertigini per il tour - ci sono aree esposte?
    Grazie e saluti dalla Baviera
    Angelica

    • Ciao Angelica,

      i nostri zaini hanno un volume di 45 o 48 litri, anche se non li abbiamo sfruttati al massimo. È inoltre possibile trovare alcune informazioni al riguardo di seguito https://www.wanderndeluxe.de/kategorie/packlisten-wanderausruestung/.
      Mi è difficile fare un'affermazione attendibile in merito alla mancanza di vertigini, in quanto io stesso non ho paura delle vertigini e quindi, in caso di dubbio, non ricordo più alcune zone esposte che potrebbero costituire un problema per altri. In ogni caso, non ci sono punti simili a vie ferrate dove ci si deve aggrappare alla corda o simili, ma ci sono molti sentieri stretti sul ripido pendio con vista sul mare. Per il brano più famoso - il "Sentiero Degli Dei" (tappa 4) - su internet non mancano commenti e valutazioni sul tema del mal di vertigini. Forse la ricerca di immagini di Google con i termini di ricerca "sentiero degli dei vertigo" aiuterà anche qui per una valutazione personale.
      Spero di averti aiutato e ti auguro una bella e proficua escursione a maggio!
      Franco

  16. Ciao Franco,
    Stiamo pensando di fare un'escursione di 3 giorni da Maiori a Positano con i nostri bambini (dai 4 agli 8 anni) in ottobre con una giornata di riposo ad Amalfi. L'auto è parcheggiata a Salerno e da Positano prendiamo il traghetto per tornare a Salerno. Le nostre ragazze sono brave camminatrici, ma io e mia moglie dovremmo portare i nostri bagagli. È un piano realistico con i bambini o è troppo ambizioso?

    Calorosi saluti
    Andrea.

    • Ciao Andreas,

      Credo che una tale escursione da un posto all'altro sarà un'esperienza davvero fantastica per i bambini! È così che ho iniziato a fare escursioni ad un certo punto :-)
      Per la pianificazione del percorso: durante le escursioni con i bambini, esiste probabilmente la regola empirica "età moltiplicata per 1,5" (fonte: https://www.merkur.de/reise/klappt-wandern-kindern-ratgeber-reise-479807.html). All'età di 4 anni, la distanza non dovrebbe superare significativamente i 6 km, con 100 metri di dislivello che contano come un chilometro.
      Per creare sezioni corrispondentemente brevi, ho le seguenti idee:

      • Giorno 1: che ne dici di percorrere i 2 km da Maiori a Minori il giorno dell'arrivo? Quindi la sezione successiva è un po' più breve.
      • 2° giorno al mattino: Minori - Ravello. Sono circa 350 metri di dislivello su 2 km. Da lì ce n'è uno autobus, che vi sgrava di parte della discesa verso Amalfi.
      • Giorno 2 nel pomeriggio: Dalla fermata dell'autobus sopra Atrani, di nuovo a piedi per Amalfi (circa 1,25 km e 170 metri di discesa).
      • Giorno 3: viaggio in autobus da Amalfi a Bomerano (la salita descritta nella tappa 3 è probabilmente eccessiva per l'età) e da lì sul Sentiero Degli Dei per circa 5,5 km fino a Nocelle. Da Nocelle poi per via dei tanti metri di dislivello in autobus fino a Positano. Qui c'è un collegamento autobus da "Mobility Amalfi Coast", che i loro orari per Facebook comunicare.

      Questo è tutto da parte mia per ora.

      Tanti auguri

      Franco

  17. Caro Franco,
    wow, è un sollievo per noi che dal tuo punto di vista sia possibile - non che i più piccoli siano sopraffatti. Grazie mille per esserti preso la briga di darci un piccolo itinerario da portare con noi, soprattutto il primo giorno ero preoccupato per la lunghezza. Forse possiamo prenderci un giorno in più e fare un'escursione a Bomerano, il consiglio di famiglia poi eventualmente deciderà in merito quando saremo lì.
    Molte grazie per tutto e saluti dalla soleggiata Weimar!
    Andrea.

  18. Ciao Franco,

    Quali calzature consigli per questa lunga escursione?
    Le scarpe da trail running vanno bene o sono scarpe più solide e alte?

    Grazie
    e
    LG

    • Ciao Giuseppe,
      Sebbene i sentieri escursionistici della Costiera Amalfitana non siano esattamente alpini (non ci sono pendii ghiaiosi ecc. da aspettarsi), dovresti tenere presente che devi portare circa 10-12 kg di peso dello zaino durante un'escursione a lunga distanza. Soprattutto quando si scende per diverse centinaia di metri di altitudine, scarpe da trekking robuste o anche scarponcini da trekking pagano (vedi anche Raccomandazione sull'attrezzatura). Se ti vengono le vesciche ai piedi a causa delle scarpe che non ti stanno bene, è molto fastidioso durante un'escursione a lunga distanza...
      Pertanto, in caso di dubbio, consiglio sempre la versione più solida/più alta.

      Tanti auguri
      Franco

  19. Grazie, grazie, grazie! Un tour meraviglioso e meravigliosamente descritto. Alla fine di marzo 2018, abbiamo seguito le vostre orme con nostra figlia di undici anni e ci siamo goduti ogni minuto e ogni passo di questa variegata escursione. Senza i tuoi suggerimenti non avremmo trovato così facilmente alcuni dei percorsi. Il tempo di viaggio era ideale per correre perché era fresco, ma le piscine e il mare erano troppo freddi o addirittura non si riempivano.
    Un piccolo suggerimento per un'escursione simile eppure completamente diversa: la Rota Vicentina (Sentiero dei Pescatori) in Portogallo. Zona solitaria, da sogno, in totale decelerazione. Abbiamo anche grandi speranze per un'escursione di una settimana sull'isola di Santa Maria (Ilha a Pé) delle Azzorre a giugno: dalla capanna del pastore restaurata alla capanna del pastore.

    • Ciao Claudio,
      Grazie per l'ottimo feedback e i suggerimenti in Portogallo! Ho sentito parlare più volte della Rota Vicentina, l'escursione alle Azzorre mi è completamente nuova, intendi questa: http://www.ilhape.com? Questo sembra decisamente fantastico!
      Buon divertimento a giugno!
      Tanti auguri
      Franco

  20. Caro Franco,
    ora eravamo in viaggio con te per la seconda volta! Dopo aver fatto il tour La Gomera nel 2016 (con due pernottamenti per alloggio e corrispondenti tour giornalieri aggiuntivi), questa volta abbiamo trasformato la tua escursione ad Amalfi in un'escursione di 13 giorni (più una sosta a Pompei, Capri, Napoli)
    A seconda delle possibilità di escursioni locali, abbiamo soggiornato una, due o tre notti nei quartieri.
    Albori (1), Maiori (2), Amalfi (3), Bomerano (1), Santa Maria del Castello (3), Colli di San Pietro (1), Schiazzano (2), Sorrento
    Prima la mia conclusione: una zona fantastica e un'escursione altrettanto fantastica, ancora una volta perfettamente elaborata da te, dall'autobus all'aeroporto ai suggerimenti per le escursioni e gli alloggi e la ricerca della strada.
    Ora alcune esperienze dalla pista:
    Consiglio vivamente di passare la prima notte ad Albori. (Sopra Raito e facilmente raggiungibile a piedi da lì.) Sebbene siamo atterrati a Napoli solo alle 15:00, eravamo a Raito poco prima delle 18:00 (autobus, treno, autobus) e la breve escursione ad Albori è stata perfetta , lontano dal trambusto. Albori è bellissima, totalmente poco turistica, una tranquilla cittadina senza uscita in una posizione fantastica. Ci è piaciuto molto il 'B&B aeternitas', dalla cui terrazza si ha una splendida vista sul mare. Da lì, la lunga prima tappa viene accorciata di 20 minuti e puoi iniziare a correre subito al mattino.
    Abbiamo trovato un'ottima sistemazione ad Amalfi: all'inizio della Mühlental c'è il B&B 'Valle de la ferriere', buona colazione, vista incredibilmente suggestiva dalla terrazza della colazione, completamente lontano dal trambusto, un buon ristorante (Da Maria) in paese corre il marito della padrona di casa, persone molto ospitali, il prezzo è un po' sopra la media, ma comunque ragionevole.
    Altra raccomandazione è di fare il giro in 7 tappe (senza viaggio in autobus), con pernottamento a Santa Maria del Castello, sopra Positano, Agriturismo La Ginestra (questo era consigliato in uno dei commenti e noi ci siamo stati tre notti con una escursione di un giorno fino a Positano e una seconda fino alla vetta del Monte Lettari). (Grazie alle tue aggiunte, la salita da Montepertusso al sentiero d'alta quota non l'abbiamo trovata difficile da trovare e il sentiero d'alta quota che ne è seguito è stato per me il vero sentiero del re o degli dei, incredibilmente bello, pieno di fiori e viste e deserte.
    La tappa successiva ai Colli di San Pietro va assolutamente pianificata come tappa di un'intera giornata, perché è d'obbligo una lunga sosta sul Monte Comune (panorama stupendo) e il sentiero che segue mette a dura prova l'orientamento (segnato, ma invaso dalla vegetazione ) e le condizioni del sentiero lo rendono a volte piuttosto noioso.
    Ci è piaciuto l'alloggio che ci hai consigliato sui Colli così come quello a Bomerano. A Schiazzano siamo stati purtroppo troppo frugali e siamo stati al Casale Marzia...
    Grazie ancora per la tua elaborazione
    Almut
    cv
    A proposito di zaino: per questo tour ho comprato uno zaino da trekking più piccolo (35l+10). (Concessione alla mia età, 62). È sufficiente se fai le valigie con parsimonia, ed è molto più facile da trasportare rispetto a uno zaino più grande che non è completamente imballato, poiché tutto tende a scivolare laggiù. Era quasi uno zaino nuovo che portava la sensazione, e che nonostante alcuni metri di dislivello e molte migliaia di passi...

    • Ciao Almut,

      Grazie per il tuo (secondo) feedback dettagliato sui nostri percorsi escursionistici! Ricordo ancora molto bene il tuo primo ricorda il feedback.
      È fantastico che tu abbia potuto provare la variante Höhenweg sopra Positano. dovrò rifarlo prima o poi :-)

      Dove stai andando dopo?

      Tanti auguri

      Franco

  21. Ciao Franco,

    Sito super fantastico! Ho 2 settimane di vacanza alla fine di giugno e ho deciso di fare un'escursione. All'inizio ho pensato all'Islanda, ma poi ho troppo freddo :-) Come avrete letto, questa sarebbe la mia prima vera escursione, ma siccome mi piacciono molto le lunghe passeggiate, mi piacerebbe provarla. Non ho alcuna esperienza, quindi ho alcune domande:
    – e l'attrezzatura? Le scarpe da trekking sono davvero necessarie o puoi percorrere il percorso con buone scarpe sportive? (Sono principalmente preoccupato qui con la comodità)
    – pensi che sia anche possibile piantare una tenda spontaneamente lungo la strada? Mi piace essere indipendente e, a seconda di come mi piace a un certo punto, non dovrei necessariamente andare in albergo.
    – Vorrei fare l'intero tour, ma viaggerei lunedì e tornerei domenica. Pensi che questo sia fattibile?
    Enormi complimenti ancora e grazie per aver dedicato del tempo per condividere le tue esperienze e suggerimenti qui!

    Amore da,
    Nadine

    • Ciao Nadina,
      Grazie per i complimenti sul sito :-)
      - Come un po' più in alto In realtà ti consiglio di portare con te scarpe da trekking. Le normali scarpe sportive non sono progettate per il peso aggiuntivo (zaino con 10-12 kg). Ci sono sicuramente scarponcini da trekking o da trekking leggeri (categoria da A/B a B) che puoi indossare comodamente e allo stesso tempo in sicurezza.
      – Il campeggio selvaggio è vietato in Italia e soprattutto in zone come la Costiera Amalfitana, che è molto ben sviluppata per il turismo, posso immaginare che in realtà devi aspettarti una multa se vieni beccato.
      – Un'escursione di più giorni con i bagagli è notevolmente più faticosa di un'escursione di un giorno con pochi bagagli. Se non hai alcuna esperienza reale con esso, consiglierei anche di pianificare tappe più brevi piuttosto che fare 6 tappe in 5 giorni.
      Queste probabilmente non sono le risposte che volevi sentire :-) Spero che questo ti aiuti comunque con la tua pianificazione.
      Tanti auguri
      Franco

  22. Assolutamente CONSIGLIATO, l'escursione intorno all'isola di Santa Maria delle Azzorre. Arrivare. Cottage che domina il mare. coperchio della pentola. Cosa c'è di delizioso da mangiare? Tornando a casa, stiracchiandosi, togliendosi il sudore, il primo bicchiere di vino dal frigo che il nostro padrone di casa Ioannis ha già messo in casa. E poi ricapitolare la giornata. Ricordando i luoghi incredibilmente belli di questa piccola isola. Questa vastità, questa tranquillità, queste mille sfumature di verde - che si avvicina molto al paradiso. Il corpo corre a tutta velocità, la testa diventa molto chiara, calma e ampia. Abbiamo incontrato solo altri tre escursionisti. Ma abbiamo visto uccelli, uccelli ovunque, cantare un grandioso duetto con le rane. Alberi nodosi, alberi giganteschi, ortensie, felci giganti. Mucche a destra, mucche a sinistra, mucche in piedi sul crinale come il toro Osborne in Spagna. Un menu evocato spontaneamente dall'incantevole e calorosa Aida sulla spiaggia di Maia. Giornate indimenticabili su un'isola mozzafiato. Sicuramente CONSIGLIATO!

  23. Ciao Franco,
    Prima di tutto, grazie mille per questa pagina, ho fatto l'intero tour con mio padre qualche settimana fa, abbiamo sudato molto a volte, ma ci siamo anche divertiti molto.
    A questo punto però sconsiglio vivamente di scendere direttamente a Marina di Crapolla al termine della 5^ tappa. Il sentiero era segnato più male che bene (nastro di barriera...) ma parzialmente scivolato e il sottobosco era sopra l'altezza della testa a maggio, abbiamo lottato per scendere più male che bene, ma lo sconsiglio vivamente, soprattutto con un po 'più grande zaini. Tuttavia, l'accesso alla baia dall'altra parte di Marina del Cantone è un sentiero molto frequentato, quindi non è un problema.

    • Ciao Verena,
      Grazie per il vostro prezioso feedback! Sul palco 5 intendi il pezzo tra il waypoint 8 e "Marina del Cantone"? Poi lo aggiungerei alla descrizione dello stage.
      Tanti auguri
      Franco

  24. Ciao voi due,
    abbiamo recentemente terminato la nostra escursione da Raito a Sorrento. Sì, l'abbiamo fatto davvero ad agosto :)
    Prima di tutto, grazie per la meravigliosa descrizione e per gli utili suggerimenti per il tour.
    Ecco alcune delle nostre esperienze:
    – Certo, fa caldo ad agosto. Tuttavia, la vegetazione è bella e il tour è facile da fare con acqua a sufficienza. Fatta eccezione per gli escursionisti di mezza giornata sul Sentiero degli Dei, il resto degli escursionisti si può contare sulle dita di una mano :)
    – L'app OruxMaps in combinazione con OpenStreetMaps ci ha aiutato molto. Anche i punti d'acqua sono elencati lì.
    - Nella tappa 5 prima e soprattutto dopo Torca, il sentiero era ricoperto di vegetazione in alcuni punti e dovevi tenere gli occhi aperti per salire e trovare i segni.
    Tutto sommato è stata un'ottima esperienza: possiamo solo consigliare il tour a tutti!
    LG Helen e David

    • Ciao Elena e Davide,
      Grazie mille per il tuo feedback! Per la tappa 5, possiamo solo sperare che in futuro qualche altro escursionista trovi la sua strada, evitando così che il sentiero diventi lentamente invaso.
      Non conosco ancora l'app OruxMaps, ma darò un'occhiata presto.
      Tanti auguri
      Franco

  25. Ciao voi due!
    Abbiamo effettuato la nostra escursione in Costiera Amalfitana in gran parte secondo la tua raccomandazione e con i tuoi dati GPX. Perfetto! Mille grazie per il tuo eccellente lavoro preparatorio! Siamo stati a Sorrento e dopo qualche giorno abbiamo preso l'autobus per Vietri sul Mare via Amalfi. Circa 10 euro per due per una corsa in autobus di 3 ore lungo la strada costiera. Abbiamo trovato questa l'opzione migliore, il treno è complicato a causa dei diversi percorsi a Pompei.
    Abbiamo completato la tappa 4 da Positano ai Colli San Pietro e abbiamo scoperto che in realtà era il tour più bello (soprattutto da Monte Commune lungo la ripida costa). Lungo la strada siamo stati felici di portare con noi la tua raccomandazione Monte Vico Alvano. Avevamo programmato una "pausa" di 3 notti ad Amalfi e Positano, per cui abbiamo fatto principalmente un tour più piccolo nella zona ogni giorno. Da Positano (in bus fino a Montepertuso) abbiamo scalato anche il Monte San Michele. Un vero highlight (non solo per i 1.444 m) con la vista panoramica su Napoli, il Vesuvio fino alla Costiera Amalfitana e Sorrento! Tutti i sentieri lassù sono ben tracciati e facili da percorrere (la ripida scalinata nell'ultimo terzo della salita è semplicemente estenuante a causa della salita costante, anche l'ultima salita alla vetta è facile da percorrere).
    La fase 5 è davvero ricoperta da Torca, ma fattibile. Mentre le tracce GPS sono state particolarmente utili durante tutto il percorso per trovare le svolte (o quando si esce accidentalmente dalla traccia), da Torca in poi questo strumento è stato molto utile in molti punti lungo il percorso.
    Eravamo dal 31.08. – 09/10/18 in arrivo. Quasi sempre soli fuori dai centri abitati!! Per la maggior parte del tempo qui faceva ancora molto caldo. Raramente c'è acqua sulle tappe di montagna pura. Abbiamo sempre avuto con noi 1 x 2 e 2 x 1 e 1 x 0,5 litri d'acqua durante le gite di un giorno per due. Durante la salita ne sono già stati bevuti 2-3 litri, serve anche quello. Quando si parla di riscaldamento, l'acqua è il vero problema di cui bisogna occuparsi. I sentieri in sé non sono difficili, ma non bisogna sottovalutare il dislivello.
    Alla fine siamo tornati al nostro hotel a Sorrento e siamo andati in vacanza ancora per qualche giorno (abbiamo lasciato lì le nostre valigie).
    È stata un'esperienza molto bella per noi!
    Tanti auguri
    Uberto e Brigida

    • Ciao Hubert e Brigitte!

      Grazie per il tuo rapporto dettagliato! Anche la tua variante con 10 giorni sembra molto utile. E un po' ti invidiamo per la vista sul Monte San Michele. Siamo stati a quell'altezza per un giorno (sulla cima della montagna opposta), ma purtroppo non abbiamo visto nulla a parte nebbia e nuvole. Forse lo aggiungerò alla descrizione della tappa 4 come consiglio aggiuntivo per Positano nel prossimo futuro...

      Tanti auguri
      Franco

  26. Ciao voi due!
    Non vedo davvero l'ora... voliamo a Napoli il 4 ottobre e vogliamo fare un'escursione lungo la Costiera Amalfitana. Il tuo sito aumenta enormemente l'attesa e offre così tanti consigli utili - fantastico, grazie mille!!!
    Adesso ancora una domanda: vogliamo restare qualche giorno in più sulla costa per nuotare, passeggiare e rilassarci. Hai altri consigli oltre alla variante con le poste su come possiamo spedire un ulteriore bagaglio con i bagagli verso Sorrento. La variante di Regina ha funzionato con il corriere?

    Saluti da Monaco
    Lenka & Andreas

    • Ciao Lenka&Andreas,

      Scusa per il ritardo della risposta! Siamo di nuovo "in tour" e in qualche modo la tua domanda mi è arrivata prima delle vacanze.
      Sfortunatamente, non ho nuove conoscenze in materia di "bagaglio extra" oltre a quelle che hai già menzionato sopra.
      Spero che tu ti diverta in Costiera Amalfitana! E magari dopo ci dirai come hai risolto il problema!

      Saluti dal sud della Francia,
      Franco

    • Caro Frank, grazie mille per questa stimolante pagina escursionistica. Sono molto felice di averla "incontrata". E ancora più entusiasta di percorrere questo percorso. Ho iniziato io stesso a fare escursioni a lunga distanza quando avevo più di 60 anni - per lo più da solo / e vorrei che le mie gambe mi portassero attraverso il mondo per molto tempo a venire!
      Vorrei fare l'AmalfiWeg con mio marito. Tuttavia, il nostro piano attuale è di andarci a metà marzo, a condizione che le previsioni del tempo siano buone. Ho provato il Camino e non ho paura del tempo. Tuttavia, vorrei sentire la tua opinione su questo. Stiamo viaggiando dall'Austria, quindi ovviamente possiamo posticipare spontaneamente. Ma mi piacerebbe, perché voglio fare qualche altra strada quest'anno. Aspetto la tua risposta. Con un caloroso saluto escursionistico
      Isabella

      • Ciao Isabella,
        Sono molto contento che tu fossi ancora preso dalla febbre delle escursioni a lunga distanza a 60+! Secondo me, non c'è niente di sbagliato nel fare il tour a metà marzo. Tra le numerose segnalazioni qui trovate anche diverse di escursionisti che sono stati in giro anche a marzo. Se siete ancora un po' flessibili in termini di tempo, tanto meglio, quindi si può ancora aspettare un fronte di maltempo.
        Tanti auguri
        Franco

  27. Ciao tu 2,

    Grazie mille per questo fantastico e-book e soprattutto per i dati GPS. Siamo appena seduti sulla terrazza de L Arabesco a Progerola a gustarci un ultimo vino della giornata con vista sul mare.
    Percorriamo il percorso con nostro figlio di 7 anni e possiamo consigliare il percorso solo se sei in buona forma. Sicuramente uscire da Amalfi (dopo un bagno in mare) e salire a Progerola. Quindi i ristoranti sono ancora aperti ad ottobre, il cibo è economico e gustoso rispetto alla Germania. Domani bariamo un po' e riprendiamo l'autobus per Amalfi per risparmiarci i 747 scalini, ma poi riprendiamo e non vediamo l'ora... grazie mille per l'organizzazione. …. non sarebbe così rilassato senza di te. Ben segnalato è un'altra cosa.....

    • Ciao Ulli,
      ottimo grazie! Sono contento di sapere che l'escursione è fattibile anche con i bambini se pianifichi di conseguenza! Andreas ha chiesto di questo qualche mese fa, forse hai letto il commento sopra.
      Buone escursioni e buon tempo!
      Tanti auguri
      Franco

  28. Ciao,

    anche noi siamo appena tornati dalla costiera amalfitana, che abbiamo percorso seguendo il vostro suggerimento di tour. Dopo esserci imbattuti per caso in questa pagina, abbiamo cambiato completamente i nostri piani e non siamo andati a Maiorca, dove in realtà volevamo percorrere parte della E221 - siamo rimasti così colpiti dalle immagini e dalle descrizioni del sentiero escursionistico di Amalfi. E ne è valsa davvero la pena: eravamo completamente entusiasti.
    Abbiamo preso il treno notturno da Monaco a Roma e da lì ci sono voluti circa 1 1/2 minuti per Salerno. Abbiamo trovato questo tipo di viaggio molto conveniente e fa risparmiare tempo, soprattutto perché siamo felici di evitare di volare per motivi ecologici, se possibile. Dato che eravamo già lì a mezzogiorno, volevamo iniziare subito a camminare. Ma siccome era un po' tardi per la lunga tappa da Raito, abbiamo preso l'autobus per Cetara e da lì a piedi in circa 5 ore fino a Maiori, che è anche un tratto molto bello e particolarmente solitario del percorso. Dopodiché, per lo più ci siamo attenuti ai tuoi suggerimenti per il tour. Abbiamo iniziato il Sentiero degli dei prima dell'alba, tanto che ce l'avevamo quasi tutto per noi e la giornata è stata sufficiente per l'estensione della tappa sopra Positano. Abbiamo trovato questa parte ancora più bella del Sentiero degli dei. Questo sforzo è quasi fallito a causa di uno dei tanti incendi boschivi che abbiamo osservato durante la settimana. L'incendio è arrivato fino al sentiero, ma i vigili del fuoco ci hanno fatto cenno di proseguire e abbiamo anche potuto assistere all'opera dell'elicottero. Abbastanza eccitante.
    Invece di stare a Schiazzano, abbiamo alloggiato in un bungalow del campeggio di Marina del Cantone. Lì ci siamo trovati molto bene e abbiamo anche avuto un'altra opportunità di nuotare nel mare ancora molto caldo. A Sorrento abbiamo fatto una meritata deviazione al Bagno Regina, una laguna circondata da scogli che è collegata al mare solo tramite un piccolo foro. Molto bello.

    Grazie per il tuo fantastico sito, che ci ha dato l'ispirazione per questa vacanza indimenticabile e per il tuo attento lavoro, che ci ha reso molto più facile la pianificazione e l'implementazione!

    Un saluto da Amelia

    • Ciao Amelia,
      Grazie per il tuo ottimo feedback. Hai ragione: dovrei assolutamente menzionare il viaggio in treno sul sito. Non è una buona opzione per noi da Amburgo, ma prendere il treno notturno da Monaco è una buona idea!
      Calorosi saluti
      Franco

  29. Ciao, qualche settimana fa ho fatto un'escursione lungo la Costiera Amalfitana seguendo le tue tappe e volevo ringraziarti per il tuo sito web molto utile e le tracce. La zona è meravigliosa, il percorso meravigliosamente vario e la vacanza è stata un successo a tutto tondo. Grazie per aver condiviso la tua esperienza e le tante informazioni utili. Alcune impressioni dell'escursione possono essere trovate qui: https://www.instagram.com/raus.aus.berlin/

  30. Ciao,

    ottimi siti che stai mettendo sul web qui.

    Abbiamo fatto escursioni in Costiera Amalfitana da metà a fine ottobre 2017 con un clima perfetto.
    1° giorno: Volo per Napoli e pernottamento.
    2° giorno: In treno da Napoli a Vietri sul Mare. Da lì ha attraversato il Monte dell'Avvocata fino a Maiori.
    Giorno 3: Escursione da Maiori (via Minori e Ravello) a Pogerola.
    4° giorno: Giornata di riposo a Pogerola. Visita di Amalfi (in bus).
    Giorno 5: Escursione da Pogerola (via San Lazzaro) ad Agerola.
    Giorno 6: Escursione da Agerola (attraverso il Sentiero Degli Dei) a Positano con tempo sufficiente per concedersi tutti i servizi turistici a Positano dopo l'arrivo, il check-in e "alzarsi".
    Giorno 7: Escursione da Positano (via Monte Comune e Monte Vico Alvano) a Piano di Sorrento (Colli San Pietro).
    Giorno 8: Escursione da Piano di Sorrento (Colli San Pietro) a Marina del Cantone. Abbiamo preso l'autobus da Marina del Cantone a Termini (altrimenti avremmo dovuto percorrere tutto il tempo la strada di collegamento per il percorso da Marina del Cantone a Termini, cosa che non ci andava di fare).
    Giorno 9: Al mattino breve escursione senza bagagli da Termini alla cappella di San Costanzo e sul Monte San Costanzo sulla Punta Campanella con una splendida vista sulla Costiera Amalfitana e Capri. Iniziato in tarda mattinata da Termini per fare un'escursione (via Massa Lubrense) a Sorrento. Siamo arrivati lì così presto che dopo l'arrivo, il check-in e l'"alzarsi" abbiamo potuto ancora concederci tutti i servizi turistici di Sorrento.
    10° giorno: Con un taxi collettivo - ci sono anche collegamenti bus, treno e anche battello - da Sorrento a Napoli e volo di ritorno per la Germania.

    Conclusione:
    Escursione di lunga distanza molto bella in un paesaggio fantastico con magnifiche viste dall'alto, con gente amichevole e sempre con cibo molto gustoso. Nelle località turistiche puoi godere di tutti i servizi dell'infrastruttura turistica. Ma se fai qualche passo fuori città, sei subito solo - ad eccezione del Sentiero Degli Dei. Tutto questo si "paga" con un buon dislivello ea volte un numero apparentemente infinito di scalini. Le scale possono davvero darti l'ultimo nervo, perché ad ogni passo devi convertire il tuo peso e il peso dello zaino in altezza (centimetri) attraverso i muscoli della coscia e i muscoli della coscia vengono sollecitati come su uno stepper in palestra. Il mio consiglio: porta con te dei bastoncini da trekking telescopici; aiuta enormemente, soprattutto sui gradini, perché puoi generare parte della forza necessaria verso l'alto con le tue braccia se ti spingi fuori dagli anelli dei bastoncini.

    • Ciao Martino,
      Grazie per il tuo rapporto dettagliato! Estendere l'escursione a 10 giorni è sicuramente una buona cosa!
      Avevo già la nota sui bastoncini da trekking telescopici sulla pagina, ma probabilmente era un po' nascosta. Ora l'ho messo in evidenza.
      Saluti da Amburgo!
      Franco

  31. Ciao!

    Dopo aver fatto un'escursione a La Gomera quest'anno (molte grazie per l'ottima descrizione e l'aiuto alla pianificazione :)), ora mi sono imbattuto in questa escursione. Il sentiero è adatto anche per le escursioni con il cane o ci sono alloggi dove si può pernottare anche con il cane?

    Un saluto Caterina

    • Ciao Caterina,
      Siamo felici di sapere che dopo La Gomera stai prendendo in considerazione l'escursione n.2 :-)
      Ci sono abbastanza hotel dog-friendly in Costiera Amalfitana o anche uno su Booking.com Filtro e opzione di ricerca per hotel che accettano animali domestici.
      Gli alloggi che consigliamo sono quelli della Fase 3 (Nido Verde e Casa Pendola) e la fase 4 (B&B Villevieille) classificato come pet friendly. Nelle altre fasi probabilmente dovresti passare ad altri alloggi.
      Non posso giudicare se le molte scale sono un problema per il tuo cane, probabilmente dipende principalmente dalla taglia del cane e se gli piace salire le scale. Allora, in una delle tappe, avevamo un cane come compagno senza che ci fosse stato chiesto, che ci ha accompagnato tutto il giorno dall'alloggio alla destinazione: quando siamo arrivati completamente a pezzi, è tornato di corsa lo stesso giorno :-)
      Tanti auguri!
      Franco

  32. Ciao,

    abbiamo in programma di fare il trekking in Costiera Amalfitana a maggio…
    Dopo l'escursione vogliamo rilassarci sulla costa ancora per qualche giorno. Qualcuno ha idea di dove possiamo lasciare i bagagli nel frattempo?

    Grazie
    testardo

  33. Ciao,

    Mi sono appena imbattuto nel tuo sito Web durante la ricerca dell'argomento perché ho avuto il percorso degli dei sul mio schermo per molto tempo. Riesci a cavartela con l'inglese lungo il percorso? Purtroppo non parlo italiano e, oltre al tedesco, parlo solo inglese e un po' di spagnolo.

    Tanti auguri
    Sven

    • Ciao Sven,
      Penso che tu possa andare d'accordo lì con l'inglese. La zona è decisamente orientata verso i viaggiatori stranieri. A mio parere, l'inglese è parlato senza eccezioni negli alloggi. E se necessario c'è ancora translate.google.com/ :-)
      Tanti auguri
      Franco

  34. Ciao e grazie per questa pagina ben progettata! Abbiamo già prenotato il volo e parte dell'alloggio e inizieremo alla fine di giugno 2019.
    Con la tua pre-pianificazione, non sono davvero preoccupato, ho solo letto da altri escursionisti che si dice che la 5a tappa a/intorno a Torca sia troppo ricoperta di vegetazione. Come dovrei immaginarlo? Ti stai facendo strada nel sottobosco su un pendio nella speranza di trovare la strada giusta? Infatti, non prenderemo l'opzione bus per Colli San Pietro. Qualcuno ha esperienza attuale? Carico sicuramente il localizzatore GPS come app sul mio smartphone, ma non mi fido davvero del mio gestore di rete e volevo sapere se è possibile orientarmi senza GPS?

    • Ciao Steffi,
      le mie esperienze di escursionismo lì ora sono un po' indietro. Ma vedo la difficoltà maggiore in termini di orientamento e possibile sottobosco tra tappa 8 e tappa 9. Quindi è un pezzo relativamente breve.
      In linea di principio, nella tappa 5 è già vero che non puoi fare affidamento su una segnaletica e quindi devi fare affidamento sul percorso GPS. Se scarichi in anticipo il percorso e il materiale cartografico, sei indipendente dal gestore di rete. Il GPS funziona tramite segnali satellitari e quindi anche senza rete.
      Sarei felice di ricevere valutazioni più aggiornate della sezione dietro Torca!
      Franco

      • Ciao Steffi,

        Ho appena scritto un commento sulla tua preoccupazione. E sì, era proprio come temi. Eravamo lì alla fine di aprile ed era davvero così invaso che ci siamo persi.
        Il nostro GPS sul cellulare non funzionava, motivo per cui abbiamo dovuto correre alla cieca.
        Il mio unico consiglio sarebbe: non scendere! Il sentiero è troppo ripido e pericoloso!

        LG Lena

  35. Caro Franco!
    Vogliamo affrontare il percorso a fine maggio/inizio giugno! La tua home page è un successo, davvero fantastico!

    Puoi nuotare nel mare a quest'ora?

    Viaggiamo solo con il bagaglio a mano, dovrebbe funzionare! Sai se puoi portare i bastoncini da trekking smontati in uno zaino?

    Tanti auguri
    Barbara

  36. Caro Franco,

    1000 grazie per il tuo super informativo, molto buono e chiaro e progettato con molto cuore e anima, ci sono sopra a giorni alterni e lo leggo. Voleremo in Costiera Amalfitana dal 2 all'11 aprile 2019 e vogliamo fare anche il tour. Quando arriviamo a Napoli nel pomeriggio, restiamo la prima notte a Salerno ed esploriamo la zona il giorno successivo e poi camminiamo verso Albori. Se prenotiamo qualcosa tramite booking.com, lo facciamo tramite il tuo sito, i suggerimenti sono semplicemente meravigliosamente utili e le esperienze personali valgono molte volte di più delle promesse pubblicitarie su qualsiasi volantino. Sono anche impressionato dalla grande risposta qui sul sito e abbiamo già beneficiato di questi suggerimenti (cercheremo di trovare la salita da Montepertusso al sentiero più alto). Avevo acquistato in anticipo la tessera “Compass Penisola Sorrentina Costiera Amalfitana” e non posso che sconsigliarne l'acquisto. L'area sulla mappa (Costiera Amalfitana, Napoli, Vesuvio) è semplicemente troppo grande e la mappa non è abbastanza dettagliata. Lavoreremo con i tuoi dati GPS e acquisteremo una mappa in loco. Fino ad allora, grazie mille per il tuo sito web, che rende i nostri preparativi molto più facili!

    Cordiali saluti dal Sauerland
    Nicola

    • Gentile Nicola,
      Non ricevevo un complimento così dettagliato da molto tempo - grazie mille! È molto bello notare quando altri condividono il mio entusiasmo per l'escursionismo e pensano anche che il mio sito web sia fantastico.
      Non mi interessano solo gli argomenti outdoor, ma mi piace anche sfruttare i vantaggi tecnici e pratici che una guida escursionistica online ha rispetto a una guida escursionistica tradizionale stampata. Quindi: mappe interattive/zoomabili, abbastanza precise profilo altimetrico, link agli orari degli autobus con percorso visualizzato...
      Buon divertimento ad aprile!
      Franco

  37. Ciao Franco,

    Un grande GRAZIE per l'ottima descrizione del tour. Ci siamo goduti l'escursione a novembre 2018. È stato semplicemente meraviglioso, ma anche il tempo è stato fantastico.

    @ Steffi H. un consiglio per la 4a tappa:
    Abbiamo camminato da Bomerano a Positano (in un giorno). È fattibile, ma è arrivato al buio ed è stato un peccato. Certo, era novembre, quindi pensa ai fari in quel momento. Anche questa seconda parte, che poi scende se si prende l'autobus, è una bellissima escursione. Vorremmo ora suddividere questa tappa su due giorni in modo che anche tu possa goderti appieno questo percorso. Ne vale davvero la pena. Per questo salteremmo la sesta tappa o faremmo un percorso diverso, magari proprio lungo il mare, perché difficilmente si ha una vista sul percorso descritto (solo alla fine).
    Anche la quinta tappa è stata molto radicata per noi, super solitaria, ma aveva anche il suo fascino.

    Poi vogliamo fare il tour di Trieste. Saremo lieti di trasmettere nuovamente le nostre impressioni.

    • Ciao Beatrice,
      Grazie per il tuo feedback, in particolare sulla variante panoramica lunga della 4a tappa. Penso che sia fantastico quando il percorso escursionistico viene ulteriormente perfezionato e migliorato da altri!
      E ovviamente non vedo l'ora di ricevere il tuo feedback su Sentiero circolare di Trieste – li abbiamo aggiunti al programma da zero.
      Tanti auguri
      Franco

  38. Ciao Franco!
    Penso che il tuo sito sia davvero fantastico. Percorrerò il sentiero insieme a mia madre e non vedo l'ora di farlo.
    Grazie mille per aver condiviso le tue impressioni, consigli ed esperienze!
    Saluti da Berlino
    Maddalena

  39. Ciao Franco,

    Siamo appena tornati dalla meravigliosa escursione lungo la Costiera Amalfitana e vorremmo cogliere l'occasione per ringraziarvi ancora per il vostro impegno nel preparare tutto così meravigliosamente per ogni lettore. Durante la nostra escursione abbiamo incontrato altri 6 escursionisti dalla Germania e dalla Svizzera e tutti conoscevano il tuo sito, il che è probabilmente molto significativo.

    Poiché qui in un momento o nell'altro ci è stato chiesto dei punti salienti culinari, vorrei presentarvi brevemente i nostri punti salienti. Siamo stati a Salerno la prima sera e abbiamo mangiato davanti alla Salumeria del Corso, corso Vittorio Emanuele 64 (li trovate anche su Facebook, dove ogni giorno è fotografata la bacheca con le specialità del giorno). I giovani sono molto amichevoli e rilassati. Avevamo un piatto di formaggio e prosciutto, vino bianco, pane, insalata e polpette vegetariane fritte e tutto era molto gustoso ea un prezzo ragionevole.

    Il giorno dopo, eccezionale il ristorante “MamaRosa” in via Alberto Pirro 82. Molti locali mangiano qui e ci sono ottimi piatti con varianti di mare o di pesce. Non è un ristorante nobile ma semplice e pratico, ma di ottima qualità! Poi siamo andati da Sto Rac le Nock in via Dei Principati 9 per un espresso alla nocciola. È un piccolo caffè in piedi con un servizio molto cordiale.

    Per accorciare un po' la vostra prima tappa, il giorno dopo siamo andati a piedi ad Albori (beh, era meglio prendere l'autobus perché ci siamo persi subito :-). Il B&B aeternitas ha il punto di partenza ideale per la prima tappa e una terrazza molto bella. Dato che non ci abita nessuno, la colazione è molto spartana e ricca, ma si gode di un'ottima vista. C'è una Bruchetteria ad Albori, ma non l'abbiamo provata per stanchezza.

    A Maiori abbiamo alloggiato all'HotelRosa, molto pratico perché quando siamo arrivati eravamo bagnati fradici e abbiamo potuto asciugare le nostre cose nella camera d'albergo e sul balcone. L'hotel è abbastanza buono per il prezzo e anche la colazione era buona, sul loro sito web pubblicizzano che offrono un buon prezzo se scrivi loro direttamente e siamo rimasti contenti. A Maiori siamo stati al Gusto Artigianale in Via Casa Mannini 13. Non allarmatevi ;-) è street food brasiliano (non volevamo pizza e pasta tutti i giorni) e hanno hamburger davvero buonissimi, patatine fritte fatte in casa e un piatto davvero ottimo cappuccino ed espresso, ottime insalate e pasticcini. Ci siamo stati due volte.

    Ad Amalfi siamo stati in città e abbiamo trovato un albergo buono ed economico nell'Hotel Amalfi. La vasca da bagno era estremamente buona per le nostre membra ;-) e la terrazza sul tetto dove viene servita la colazione è molto bella, il cappuccino era molto buono e la colazione abbondante. La sera c'era una pizza, che andava bene, né più né meno. Tuttavia, abbiamo mangiato un gelato davvero delizioso all'Andera Pansa in Cioccolato sulla principale via dello shopping. Dato che è stato così bello, due volte :-)

    A Bomerano abbiamo soggiornato al B&B A2 pasi dagli dei con la simpatica e simpatica Maddalena. Avendo già fatto rifornimento in una salumeria di San Lazzaro, la sera abbiamo fatto un piccolo picnic sulla bellissima terrazza panoramica consigliata da Maddalena.

    A Colli di San Pietro abbiamo avuto la nostra sistemazione più bella e le persone più care al B&B L'Angolo di Campagna. Il rosa è meraviglioso!!! Ha evocato per noi una colazione così deliziosa, utilizzando ingredienti freschi e coltivati in casa, che abbiamo potuto gustare sulla terrazza appartenente alle camere, con vista su Sorrento, sul mare e sui giardini. Se non avessi prenotato tutto in anticipo, saremmo rimasti qui per un po'. La sera siamo andati al ristorante Zio Sam e abbiamo mangiato bene con camerieri molto amichevoli.

    A Schiazzano siamo stati anche nella Lubra Casa Relax. Dato che faceva relativamente freddo e ovviamente ancora all'inizio della stagione, non potevamo usare la terrazza o il bar. Le camere sono molto raffinate e di alta qualità.

    Da Sorrento abbiamo preso il traghetto diretto per Napoli e lì abbiamo trascorso altri 2 giorni. Tutto sommato un'escursione molto bella con panorami molto belli, incontri meravigliosi, highlights culinari e sfide fisiche!

    Grazie per la tua ispirazione
    Nicole e Uwe

    • Cara Nicole e caro Uwe!
      Grazie per il tuo feedback mega-dettagliato! È fantastico che tu abbia affrontato la questione dei consigli sui ristoranti. È divertente rendersi conto che non sono solo nel mio entusiasmo per queste escursioni :-)
      Franco

  40. Ciao Franco!
    Grazie ancora per il tuo sito.
    Iniziamo la prossima settimana.
    Non vedo l'ora di farlo.
    Tuttavia, al momento non sono abbastanza in forma per 100 % e l'idea di un tour di 6 ore all'inizio mi preoccupa.
    Come potremmo accorciare il primo giorno senza perderci qualcosa di spettacolare?
    Vedi una possibilità lì?
    Distinti saluti
    Susanna

    • Ciao Susanna,
      se vuoi accorciare la tappa 1, prima prenderei l'autobus da Salerno a Maiori, lascerei i bagagli lì e poi percorrerò la tappa 1 all'indietro e tornerò alla chiesa del pellegrinaggio. Per la salita e la discesa si possono anche prendere diversi sentieri da Maiori (i percorsi tratteggiati sulla mappa), in modo da poter fare un'escursione più o meno circolare e viaggiare con pochi bagagli il primo giorno.
      In alternativa, si potrebbe anche della mia opinione Salerno ad Erchie viaggio. Da lì dovrebbe esserci anche una salita alla chiesa del pellegrinaggio. Oppure si può scegliere la variante con meno metri di dislivello più parallela alla costa (sempre i sentieri tratteggiati). Ho controllato entrambe le varianti su Google Maps nella vista satellitare - sembra comunque tecnicamente fattibile, cioè i percorsi esistono sicuramente.
      Spero che questo aiuti!
      Franco

  41. Caro Franco,

    Molte grazie per i tuoi suggerimenti.

    Un'altra domanda sull'approvvigionamento idrico:
    I punti di acqua potabile sono segnati sulle mappe.
    Tuttavia, l'acqua del rubinetto in Italia non è potabile.
    Hai ancora riempito le tue bottiglie lì?

    Un saluto da Napoli,
    Susanna

    • Ciao Susanna,
      A mio parere, i punti di acqua potabile del materiale cartografico di Open Streetmap sono davvero delle vere fontane di acqua potabile. Uno di loro è persino arrivato sul mio sito web con una foto: sul palco 5 a Torca:-)
      Per quanto posso ricordare, quello era l'unico posto in cui dipendevo da un tale pozzo. In Italia si possono infatti acquistare le grandi bottiglie di acqua potabile da 1,5 litri in ogni bar e anche in molti ristoranti e non ci si deve preoccupare del cloro dell'acqua...
      Buone escursioni!
      Franco

  42. Ciao a tutti,

    eravamo dalle 19.-27. Aprile 2019 in arrivo. Abbiamo trascorso due notti a Positano, che è decisamente consigliato per questa città speciale.

    Questo viaggio è stato uno dei migliori che abbiamo mai fatto e lo consiglio vivamente.

    Tuttavia, vogliamo lanciare un avvertimento (e ho letto che altri la pensavano allo stesso modo): la tappa 5 da Torca è stata estremamente pericolosa durante la nostra escursione! Siamo entrambi escursionisti esperti e questa è stata la prima volta che ci siamo davvero spaventati. Nella descrizione dell'escursione qui sul sito web, viene menzionata una pineta, che dovresti usare come guida. La parte successiva era così ricoperta di vegetazione che i sentieri non erano più visibili e dovevi farti strada attraverso l'erba alta e le spine. Ancora e ancora ci siamo smarriti, perché ovviamente altri escursionisti davanti a noi non potevano più orientarsi, e abbiamo seguito le loro tracce e poi siamo dovuti tornare indietro. Alla fine abbiamo trovato un "sentiero" che era "segnato" con nastri rossi e bianchi nel sottobosco e scendeva molto ripidamente verso una baia balneabile. Questa discesa non è affatto consigliata. Il pendio era molto ripido e scivoloso a causa dell'erba secca. Siamo scivolati più volte e siamo stati totalmente graffiati dal sottobosco. In lungo e in largo non c'era modo di ottenere aiuto.
    Prima di seguire questo percorso, abbiamo anche seguito un sentiero segnato in bianco e rosso che portava in salita. Forse quella sarebbe stata la strada giusta per Schiazzano. Ma ci siamo voltati perché anche questo sentiero era molto ricoperto di vegetazione e non era più riconoscibile come sentiero.

    Successivamente ci è stato detto dalla nostra hostess (che poi è venuta a prenderci quando siamo arrivati in fondo) che questo è il periodo dell'anno in cui tutto cresce rapidamente e, soprattutto nei luoghi più remoti, non si riesce a tenere il passo con la natura dai un'occhiata.

    Tuttavia, se si esclude questa parte del viaggio, come ho detto, è stata un'esperienza molto particolare che consiglierei sicuramente agli escursionisti in forma!

    • Ciao Lena,

      Grazie per il tuo feedback, che ho colto come un'opportunità per Indicazioni dalla fase 5 regolato e indicare la zona di pericolo. La nostra escursione è ora di 3 anni fa, anche allora questa sezione era la più confusa. Le informazioni aggiornate sullo stato dei sentieri sono tanto più preziose, grazie!
      Tanti auguri
      Franco

  43. Ciao, cari escursionisti! Grazie per aver creato questa fantastica pagina di escursioni, che hai messo insieme con tanto amore e fatica. Vorrei chiederti quale misura hai usato per dare le altezze e le distanze.
    Saluti e ancora una volta "grazie" per i tanti suggerimenti!

    • Ciao Astrid,
      Lo uso sempre per misurare la distanza e l'altitudine https://www.gpsies.com/createTrack.do. Lì, da un lato, viene calcolata la distanza e, dall'altro, l'altitudine sulla base delle informazioni sull'altitudine della NASA. Ciò significa in parole povere: le informazioni sull'altitudine sono il più obiettive possibile e non dipendono dal dispositivo GPS che sto utilizzando. Svantaggio: non vengono conteggiati i dossi e i dossi più piccoli sul percorso, anche se ovviamente possono essere estenuanti quanto molti metri di dislivello in una volta sola. Se vuoi saperne di più, puoi saperne di più qui: https://blog.gpsies.com/article/206/hoehenmeter-gpsies-sucht-die-wahrheit.
      Tanti auguri
      Franco

  44. Ciao Franco,
    Ho percorso il sentiero dall'11.05.-18.05.19 e vorrei descrivere lo stato attuale della 5a tappa da Torca, anche in risposta a Lena. Il sentiero è dotato di nuovi segni di vernice rossa e bianca, che potrebbero essere stati installati dopo l'escursione di Lena. Non si può trascurare il bivio al termine della parte bassa della piccola pineta. Lì il CAI300 con segnaletica rossa e bianca si dirama in basso a sinistra, mentre il CAI355 porta in alto a destra. Questo percorso è contrassegnato da punti rossi ogni pochi metri.
    Certo, il percorso della 5a tappa è molto naturale e naturale. Ma questo è quello che ho trovato fantastico. In nessun momento ho trovato pericoloso il 5° stadio.

    • Ciao Peter,
      Grazie per la tua attuale valutazione della fase 5! Nel frattempo ho chiarito nelle indicazioni che la variante "Svoltare a destra sul CAI-355" è la variante migliore e che la discesa a Marina del Cantone sul CAI-300 dovrebbe essere evitata se possibile. Con il suo feedback, Lena ha fatto esplicito riferimento alla discesa. È importante trovare il giusto bivio al waypoint 8 e non continuare accidentalmente sul CAI-300.
      Tanti auguri
      Franco

  45. Ciao Franco,

    eravamo dal 13. al 20.4. sulla strada. Siamo stati benissimo e grazie mille per le informazioni che abbiamo trovato nella descrizione della tua escursione.
    E 'stato molto divertente. Faremo sicuramente anche una delle altre escursioni.

    Grazie mille!!!!

    Dana e Ludger

  46. Caro Franco!

    Abbiamo percorso il sentiero alla fine di maggio/inizio giugno e stranamente abbiamo anche incontrato altre due coppie di escursionisti che hanno iniziato il sentiero lo stesso giorno! Dato che la linea 1 dell'autobus di Salerno ci è appena passata davanti (consiglio: dovete uscire in strada e segnalare con la mano che volete salire), noi quattro abbiamo condiviso un taxi per Raito, altrimenti avremmo un'ora intera avrebbe dovuto aspettare! Questo si è trasformato in una meravigliosa amicizia escursionistica! Un caloroso saluto a Ingrid e Robert, se stai leggendo questo! :-)

    L'escursione è semplicemente stupenda! In realtà è stata la mia migliore vacanza di sempre! Grazie Frank per tutti i tuoi consigli e informazioni! Il tuo libretto ei dati GPS erano con noi ogni giorno!
    A proposito di file GPS: personalmente non affronterei il sentiero senza cellulare e dati GPS, la segnaletica spesso è scarsa o inesistente per lunghi tratti e gli incroci spesso non sono ben riconoscibili! Con i dati GPS è stato tutto un gioco da ragazzi e ha reso l'escursione molto più spensierata!

    Anche da parte nostra una nota sulla tappa 5: siamo scesi al bivio per Marina del Cantone perché volevamo passare due giorni al mare. Il piccolo villaggio di pescatori in riva al mare è fantastico e altamente raccomandato, soprattutto all'inizio della stagione, ma non in discesa. La prima parte di questa sezione è stata apparentemente appena segnata di fresco e anche l'erba alta è stata rimossa. Dalla metà di questa sezione, tuttavia, diventa davvero ripida, ricoperta di vegetazione e spinosa: non puoi più vedere dove stai calpestando, non hai nessun posto dove aggrapparti in discesa e il terreno è molto scivoloso. Ci sono anche molti serpenti e ne abbiamo quasi calpestato uno molto grande. Siamo arrivati in fondo completamente graffiati e infastiditi! Tutto sommato, quindi, tutt'altro che divertente! Se non è assolutamente necessario, meglio evitare questa discesa!

    Una nota: ogni giorno portavamo con noi quasi 3 litri d'acqua perché non sapevamo se ci fossero occasioni per riempire le bottiglie d'acqua nel mezzo. Tuttavia, poiché c'erano almeno due sorgenti su ogni fase, ciò non era affatto necessario.

    Cordiali saluti e grazie ancora!

    Barbara

    • Ciao Barbara,
      Grazie per il tuo feedback fantastico e dettagliato!
      Ho incluso la tua nota sul "salutare alla fermata dell'autobus" nella fase 1.
      Tanti auguri
      Franco

  47. Caro Franco,
    ieri siamo tornati dalla nostra escursione in Costiera Amalfitana.
    Prima di tutto, un grande grazie per questo sito web! Senza i vostri ampi rapporti, progetti, suggerimenti, ecc. e senza le numerose testimonianze, la nostra vacanza non sarebbe certamente andata così bene e meravigliosamente.
    Posso anche dire che è stata una delle nostre migliori vacanze!

    Abbiamo percorso le prime tappe esattamente come hai suggerito qui. Siamo stati in viaggio per un totale di 7 giorni. Ci sono stati alcuni cambiamenti:
    Sicuramente non volevamo nemmeno prendere l'autobus, ma non eravamo sicuri di poter fare la variante lunga della tappa 4. Per questo abbiamo fatto tappa a Santa Maria del Castello, consigliatissima. Abbiamo trascorso lì una notte in un bellissimo agriturismo molto antico ma ben curato (La Ginestra). Siamo saliti fino al buco nella roccia dopo il sentiero degli dei da Montepertuso e abbiamo avuto un posto meraviglioso per la nostra pausa pranzo. Poi siamo scesi nuovamente a Montepertuso e da lì siamo saliti attraverso la gola di Valle Pozzo fino a Santa Maria del Castello. Questo sentiero era più o meno ben segnalato, ma alberi caduti e sentieri invasi dalla vegetazione ci hanno portato al limite. Il bello di questa salita è che si può godere quasi esclusivamente al fresco.

    Dopo aver pernottato a Santa Maria del Castello, siamo scesi ai Colli di San Pietro passando per Monte Comune e Monte Vico Alvano. È stato il nostro tour più piccolo in termini di chilometri, ma sfortunatamente è stato completamente rilassato a causa dei sentieri invasi dalla vegetazione. Anche mio marito ha reagito in modo allergico a tutta la vegetazione, dopo poco tempo si è ricoperto di tante piccole pustole e quindi abbiamo imprecato molto perché dovevamo costantemente farci strada attraverso sentieri ricoperti di spine, che erano alti metri. Siamo scesi a San Pietro tutti graffiati e insanguinati.
    Quindi ci siamo presi il nostro tempo e abbiamo studiato di nuovo i rapporti e la mappa e abbiamo preso una decisione diversa per la fase successiva. Avevamo così "paura" dei sentieri invasi dalla vegetazione che non potevamo immaginare di percorrere i sentieri suggeriti. Abbiamo scelto il percorso da Colli di San Pietro via Sant'Agata a Termini, che è completamente rilassato e molto ben segnalato. Hai viste costanti di Sorrento, del Golfo di Napoli e di Salerno.

    Dopo aver passato la notte a Termini siamo saliti sul Monte San Costanzo, che consigliamo vivamente. La vista da lassù risale a tutto il giro ed è molto idilliaca e accogliente lassù. Abbiamo quindi deciso di scendere di nuovo al mare. Che è andato molto comodamente via Termini e Nerano a Marina del Cantone. Da lì siamo risaliti e alla nostra ultima notte a San Francesco.
    Lì abbiamo alloggiato in un fantastico agriturismo Il Convenzione con cena super deliziosa (tutto fatto in casa, piantato, allevato - la salsiccia era dei loro maiali e un delizioso vino proprio. Limoncello e liquore al mandarino). È stata proprio un'ultima sera meravigliosa e la mattina dopo, dopo la migliore colazione di tutti gli alloggi (pane fatto in casa, panini e torte, salsiccia e formaggio, tanta frutta, marmellata fatta in casa, cappuccino delizioso), siamo andati al porto di Sorrento in poco meno di un'ora da dove abbiamo preso il traghetto per Napoli.

    Nel complesso, non consiglierei assolutamente di andare senza GPS. La vegetazione è ancora molto rigogliosa in questo periodo dell'anno e il modo in cui gli addetti non riescono a tenere il passo. Inoltre, i sentieri non sono sempre ben segnalati. A volte semplicemente non vedi una svolta.

    I panorami di questo tour sono indescrivibilmente belli. Ancora e ancora il mare, le montagne, il Vesuvio, i tanti luoghi pittoreschi, le belle chiese e i monasteri. E le sere dopo i tour sono plasmate dalla dolce vita! Ci siamo davvero divertiti.

    Percorrevamo sempre il tour in questo modo, anche se in realtà provi ad aumentare la lunghezza e la difficoltà di un'escursione a lunga distanza nel corso dei tour. Abbiamo trovato le prime tappe più faticose rispetto alle tappe all'estremità della Penisola Sorrentina. Ma penso anche che se vai in giro così, hai sempre il mare davanti e lo definirei anche più bello intorno.
    Possiamo anche consigliare la guida escursionistica "Golfo di Napoli" di Rother con dati GPS. Ci ha aiutato molto con la "riprogettazione".

    Mille grazie ancora a tutte le testimonianze e soprattutto a te Frank!

    Distinti saluti
    Maren

    • Ciao Maren,
      Grazie mille per il rapporto dettagliato e per i numerosi suggerimenti! Mi sono preso la libertà di collegare le sistemazioni che hai consigliato direttamente nel tuo commento. Ho anche la tua raccomandazione per il pernottamento a Maria del Castello direttamente allegata fase 4 registrato con.
      Tanti auguri
      Franco

  48. Ciao Franco.
    Sono un lettore entusiasta del tuo forum e ci siamo già scritti in precedenza, dove mi hai consigliato di non fare il tour con un problema al ginocchio.
    problema al ginocchio riparato di nuovo in forma inizierà il tour a settembre ed esattamente come hai descritto.
    la 5a tappa, che secondo l'esperienza dovrebbe essere ricoperta di vegetazione, probabilmente la eviteremo con l'autobus...
    un'altra domanda: se ci atteniamo al tour esattamente così con gli hotel ecc. quanto costeranno all'incirca i 7 giorni ... volo e cibo extra
    Grazie in anticipo e buona estate lg mathias

  49. Ciao Franco,

    Prima di tutto, sono d'accordo con tutti gli altri: Ottimo sito che hai creato qui e, soprattutto, le tante testimonianze con i tanti consigli utili!

    Siamo tornati sabato e inizialmente volevamo completare le prime 4 tappe e proseguire da Positano (Capri - Sorrento, poi treno per Napoli). Devo però precisare a questo punto che le temperature e la vegetazione non sono da sottovalutare da metà/fine giugno. Sapevamo in anticipo che sarebbe stato caldo, ma fortunatamente ci sono - come ha descritto Barbara - molte sorgenti più piccole (goditela a vostro rischio e pericolo, l'abbiamo appena bevuta). Tuttavia, ciò che abbiamo completamente sottovalutato è la manutenzione spesso catastrofica dei sentieri escursionistici. Non so come se la siano cavata Barbara e Maren su questa tappa, ma dopo la nostra partenza a Raito il sentiero era ricoperto di vegetazione fino a poco prima di Albori. Suggerimento a lato: purtroppo la linea 1 non funziona la domenica e l'altra linea di autobus va solo a Vietri Sul Mare. Da lì abbiamo camminato fino a Raito, il che non è stato particolarmente bello perché era proprio accanto alla strada, ma non ci è voluto molto tempo. Dopo Albori, il sentiero è stato davvero bello per un po' fino a quando abbiamo dovuto salire il sentiero diretto fino alla sella al punto d'acqua. Posso solo dire: ci sarebbe piaciuto molto un machete! Fino a raggiungere il sentiero escursionistico a lunga percorrenza CAI300, è stato un calvario che non ha eguali. Il "sentiero" era completamente ricoperto di erba alta e spine e senza i dati GPX saremmo ancora lì a camminare. Posso essere esattamente d'accordo con il rapporto sull'esperienza di Maren nella terza sezione. Dalle reazioni allergiche ai graffi sanguinanti e alle zecche, tutto era lì. Da allora, il prurito alle gambe è stato un compagno costante per il resto della vacanza. Il CAI300, invece, era molto ben sviluppato e la vista dalla chiesa di pellegrinaggio era semplicemente fantastica (a quel punto l'umore era di nuovo migliorato). Anche la discesa è stata buona su grandi parti, ma da HM 700 a HM 400 è stata nuovamente ricoperta di vegetazione. Le centinaia di passi fino a Maiori hanno finalmente dato il resto alla mia compagna, che è arrivata a Maiori con le gambe tremanti.
    Il giorno dopo, al mattino, non abbiamo nemmeno ricominciato a pensare all'escursionismo. Invece ci siamo rinfrescati le gambe al mare (Maiori ha una bella spiaggia) e abbiamo preso l'autobus per Amalfi via Minori (consigliamo la pasticceria Sal de Riso). Ad Amalfi abbiamo avuto la febbre dell'escursionismo e abbiamo percorso gli ultimi metri fino a Pogerola su una bellissima scalinata (circa 800 gradini). A Pogerola abbiamo alloggiato nella consigliata Villa Maria, che ci è piaciuta molto.
    Il terzo giorno faceva già molto caldo alle 7 del mattino, quindi siamo tornati al buon sistema di autobus. Gli autobus erano quasi sempre puntuali durante il nostro tour ed estremamente economici. Dopo aver visitato Ravello siamo andati a Bomerano a Casa Pendola, che posso solo consigliare (grande piscina).
    Il quarto giorno abbiamo percorso il Sentiero Degli Dei (altri escursionisti ci hanno incontrato per la prima volta) che ci è piaciuto molto. Via Montepertuso (delizioso spuntino all'ora di pranzo nel supermercato sulla piazza del mercato) abbiamo percorso la scalinata segnalata per Positano e a mezzogiorno abbiamo preso il traghetto per Capri.

    Tutto sommato, consiglierei a chiunque legga questo di fare l'escursione completa in primavera o in autunno, a meno che non inizi le tappe alle 5 del mattino o ami sudare diverse magliette al giorno e ad Amalfi e Positano dalla folla di turisti da sopraffare. Siamo stati quasi contenti dei suggerimenti per stare fuori da queste città, a parte gli importantissimi dati GPX del primo giorno.

    Molte grazie ancora Frank per l'ottimo sito ea tutti gli altri che hanno scritto qualcosa qui!

    Calorosi saluti,

    Nico

    • Ciao Nico,

      Grazie per il tuo rapporto dettagliato! Peccato che tu abbia avuto questi problemi sul palco 1. Tuttavia, questa è la prima volta che sento parlare dei sentieri escursionistici ricoperti di vegetazione sul palco 1. Se il feedback su questo si accumula, includerò un riferimento corrispondente alla fase 1.
      Le nostre esperienze escursionistiche in Costiera Amalfitana sono ormai 3 anni fa. Ecco perché è fantastico che le informazioni attuali sulle condizioni del percorso siano riportate qui tramite il "Forum" e la descrizione del tour rimanga ragionevolmente aggiornata.
      Tanti auguri
      Franco

  50. Ciao,
    Stiamo programmando una vacanza escursionistica in Costiera Amalfitana a settembre. Ora, a causa degli ottimi commenti qui, ho un po' di "rispetto" per l'altitudine, le scale, ecc. Sono un "escursionista principiante". I tour sono gestibili anche per i principianti?

    • Ciao Rita,
      se sei generalmente in buone condizioni fisiche, secondo me, anche come "escursionista principiante", non c'è nulla da dire contro il percorso escursionistico. Se vuoi disinnescare un po' il percorso: poiché la tappa 1 è quella con i metri più verticali (e anche la più lunga in termini di tempo di percorrenza), puoi considerare i suggerimenti che ho dato più in alto hanno già presentato. Dalla fase 2, in caso di dubbio, c'è più di un'opzione per accorciare il tour (corsa in autobus, ecc.). Questo non è possibile nella fase 1.
      In caso contrario, è ovviamente importante mantenere il bagaglio al minimo (circa 10 kg, puoi trovare consigli sotto https://www.wanderndeluxe.de/die-ultimative-packliste-fuers-wandern-mit-minimalem-gepaeck/) e per familiarizzare in anticipo con l'argomento della navigazione GPS.
      Spero che questo ti aiuti ulteriormente!
      Tanti auguri
      Franco

  51. Ciao Franco,
    Anch'io, prima di tutto, do gli elogi obbligatori e il mio profondo ringraziamento per il tuo sito web. Come escursionista attivo, conosco a malapena un sito gestito con tale impegno, amore e impegno. Grande!

    Attualmente sto programmando un tour escursionistico di 1 settimana in Costiera Amalfitana per me e un piccolo gruppo per metà maggio 2020. Vorrei fare il tuo tour con il mio gruppo esattamente nello stesso modo. Tuttavia, abbiamo in programma di trascorrere tutto il tempo in una casa vacanze vicino a Praiano e di farci portare ogni giorno dal bus/taxi da e per le tappe.

    Sulla base delle relazioni sull'esperienza trovate qui, tuttavia, temo che incontreremo anche sentieri invasi dalla vegetazione e difficilmente accessibili. Ciò sarebbe problematico con il mio gruppo per vari motivi e potrebbe portare alla chiusura di singoli partecipanti. Quindi vorrei evitare il rischio se possibile. Tu o forse uno dei tuoi lettori avete una raccomandazione sul fatto che dovremmo evitare fasi o fasi parziali e se ci sono alternative? Quanto costano i sentieri generalmente ricoperti di vegetazione a metà maggio?

    Sono grato per ogni suggerimento.

    Grazie ancora e cordiali saluti

    • Ciao Ponti,
      Grazie per il tuo complimento :-) Sto facendo del mio meglio per prendermi cura del sentiero escursionistico "a distanza" per quanto possibile. Ho una soluzione alla tua domanda pagina separata sull'argomento "stato del percorso corrente" arredato. Penso che la crescita eccessiva dei sentieri dipenda fortemente dalle condizioni meteorologiche (pioggia + caldo) e quindi vari di anno in anno. Spero che all'inizio di maggio 2020 riceverai una valutazione aggiornata dagli escursionisti che ti precedono.
      Per quanto ne so, il problema è stato menzionato solo una volta nella fase 1 (escursione alla fine di giugno). Nella tappa 5 la valutazione varia a seconda della variante scelta, anche se sconsiglio comunque di scendere nella baia. Se verrai comunque prelevato in taxi, Torca è una buona destinazione escursionistica qui, quindi puoi evitare le parti "non sicure" della tappa 5.
      Nelle altre tappe, le condizioni dei sentieri non sono mai state notate negativamente, quindi qui non dovresti preoccuparti troppo.
      Tanti auguri
      Franco

  52. Ciao a tutti!

    Io e il mio compagno percorreremo il sentiero alla fine di settembre - inizio ottobre.
    Quali sono le esperienze con le condizioni meteorologiche durante questo periodo?
    Inoltre, abbiamo in programma di fare escursioni solo armati di tenda e sacco a pelo.
    Ci sono offerte sufficienti di campeggi dopo ogni tappa e, in caso contrario, che dire della possibilità di piantare spontaneamente la tenda lungo il "ciglio della strada"?

    Vorrei avere il tuo feedback. Grazie molto!!

    Saluti
    Yannick

  53. Ciao Franco,
    Mi è piaciuto molto navigare nel tuo sito web! Ben fatto!
    Ma quello che mi manca ancora è una descrizione più dettagliata dei sentieri escursionistici. Beh, voglio dire, siccome non sono assolutamente esente da vertigini, trovo difficile stare in equilibrio su uno stretto sentiero lungo l'abisso. Quello che per altri è un sentiero escursionistico sufficientemente comodo con viste meravigliose, per me diventa presto un equilibrio insormontabile lungo l'abisso.
    Pertanto, al momento, per me è ancora difficile valutare il percorso e sarei molto felice di ricevere un feedback in merito.
    Distinti saluti
    Gundi

  54. Ciao Franco!

    Grazie ancora per le informazioni. Dopo ulteriori ricerche, ora sono alla fine della mia pianificazione e ho accorciato il percorso a 3 escursioni, che comprendono 4 tappe. Così ho trovato il modo di percorrere a piedi il sentiero per Positano, tenendo conto dei campeggi disponibili, e poi trascorrere giornate rilassanti in un paesino! È stato un bel congelamento :P Tutto questo non sarebbe stato sicuramente possibile senza questo sito web! Grazie molto :)

  55. Ciao Franco,
    Grazie per l'ottimo sito web. Ha attirato la nostra attenzione su una nuova destinazione escursionistica che probabilmente non avremmo visitato altrimenti. È stato anche più bello del previsto!!
    Dato che abbiamo beneficiato molto dei rapporti sul campo, ecco il nostro diario (dal 27 settembre al 3 ottobre 2019)
    Dopo una settimana a Sorrento, in cui abbiamo visitato Pompei, Ercolano, il Vesuvio e anche scalato il Monte S. Michele e l'area sorrentina, siamo partiti. Il bagaglio grande ha soggiornato presso il consigliatissimo B&B Relais Il Capitano (Airbnb)
    1. In autobus fino a Massa Lubrense e poi in "direzione contraria" al vostro piano via Marina della Lobra, Castello dell'Annunziata, Termini fino a Punta Campanella e poi a Schiazzano.
    Pernottamento in “Terrazza sul Golfo” Booking.com – consigliato
    2. A piedi fino a S. Agata, in bus fino ai Colli di San Pietro e poi lungo il Tour 33 dalla guida escursionistica Rother attraverso il Monte Vico Alvano e il Monte Comune fino a S. Maria del Castello e attraverso molti scalini fino a Positano. Un grande percorso con viste sensazionali. Bello camminare e trovare. Parzialmente da alte felci.
    A Positano avevamo un cottage tramite Airbnb. Non è economico… Positano è molto affollata. La prossima volta torneremmo a Monte Pertuso o Nocelle. Risparmia denaro e altitudine.
    3. Via Monte Pertuso e Nocelle siamo andati al sentiero degli dei. La vista è fantastica, la folla di domenica è inimmaginabile. Siamo passati a un sentiero più alto e siamo arrivati a Bomerano passando per "Madonna del Riposo". La prossima volta faremo il Tour 24 da Rother.
    La Casa Pendola era un posto molto carino in cui soggiornare. Avremmo potuto rimanere più a lungo qui. Agerola è una bella città in cui soggiornare.
    4. Prima siamo andati a S. Lazzaro e poi attraverso il giro 13 da Rother a "Paradiso" e poi via Pogerola (cocktail bar sulla piazza della chiesa!!) ad Amalfi. Questa variante attraversa boschi vari e per lo più ombrosi.
    Amalfi ci è piaciuta molto. Abbiamo trascorso un soggiorno molto piacevole nella "Residenza Pansa" (Booking.com).
    5. Abbiamo lasciato Amalfi attraverso la Valle dei Mulini (Rother #15 - molto bella) e abbiamo camminato via Pontone, Minuta e Scala (Cattedrale) fino a Ravello e da lì lungo il vostro piano fino a Maiori.
    "B&B Maiori" su Booking.com è fantastico.
    6. Come pubblicato dopo Raito
    Il B&B Lungomare Centro su Airbnb a Salerno è molto accattivante.
    Anche Salerno vale almeno una notte in più, che purtroppo non avevamo programmato...

    Il ritorno a Sorrento è in treno via Pompei con cambio stazione alla Circumvesuviana.

    Abbiamo avuto un tempo molto bello e soleggiato e abbiamo camminato solo in pantaloncini e maniche corte. L'ultimo giorno la vetta era tra le nuvole. Appena arrivati a Salerno è sceso un forte temporale.

    Stiamo già programmando una prossima volta, ci è piaciuto così tanto.

    La carta escursionistica del CAI offre una buona visione d'insieme, ma non contiene affatto tutti i sentieri. Allo stesso modo il Rother. Le stampe basate su OpenStreetMap (ad es. inklas) sono molto più dettagliate. Maps.me è di grande aiuto in luoghi confusi.

    Tantissimi saluti
    Gerrit

    • Ciao Gerrit,
      Grazie per il tuo rapporto molto dettagliato! Bello che qualcuno abbia percorso il sentiero nella direzione opposta. Di tanto in tanto me lo chiedono, quindi è utile poter fare riferimento alla tua segnalazione d'ora in poi.
      Attualmente ho anche l'argomento "Stampati basati su OpenStreet" nella mia agenda. Presto ci saranno novità in merito...
      Tanti auguri
      Franco

  56. Ciao Franco.
    Le stampe di OpenStreetMap sono abbastanza semplici:
    Trasferisci il file gpx della tappa del giorno su inkatlas.com. Seleziona quindi l'apposita sezione della mappa (puoi cavartela con la versione gratuita) e genera un .pdf colorato. Forse puoi fornire il .pdf per il download? Li abbiamo fatti stampare a colori su carta da 120 g in copisteria e quindi avevamo carte durevoli. (La stampante a getto d'inchiostro domestica non è impermeabile)

    Tanti auguri
    Gerrit

  57. Ciao Franco,
    ciao a tutti gli altri,
    Vorrei anche ringraziarvi per l'ottima raccolta.
    Abbiamo una piccola sfida di tempo nel nostro prossimo viaggio, arrivo domenica mattina a Napoli, partenza giovedì pomeriggio.
    La mia idea è le fasi 2-4 dal lunedì al mercoledì.
    Le 6 ore della prima tappa si possono ancora gestire domenica?
    Oppure sono più consigliate le tappe 5 e 6 o le corse con rinvio (tappa 2 di domenica)?

    Grazie in anticipo e cordiali saluti

    • Ciao Bruno,
      la prima tappa è quella con più metri di dislivello e quindi la singola tappa più lunga (quindi niente per un'escursione pomeridiana). La tappa 2, invece, sarebbe fattibile in versione breve (pernottamento ad Amalfi invece che a Pogerola) nel pomeriggio. Inoltre, mercoledì puoi fare la tappa 5, che penso sia la tappa più bella (perché è la più solitaria). Quindi da parte mia la chiara raccomandazione di saltare la fase 1 e iniziare con la 2!
      Buon breve viaggio!
      Franco

      • Ciao Franco,
        Grazie per i tuoi suggerimenti, che abbiamo implementato. Abbiamo fatto quattro fantastiche escursioni!
        La fase 2 è un buon riscaldamento, ma anche con le gambe traballanti alla fine. Sono abbastanza robusto durante le escursioni, ma ho usato i bastoncini da trekking per la prima volta nella mia vita nelle fasi 2 e 3 e ne sono stato grato. Probabilmente avrebbe funzionato senza di loro, ma era più comodo con loro.
        La mia raccomandazione per la Costiera Amalfitana è quella di godere di una vista a volo d'uccello delle città costiere, ma evitare di mangiare o restare. Amalfi andava bene, ma Positano non era molto piacevole.
        Abbiamo trovato il rapporto prezzo/prestazioni sopra significativamente migliore con un ambiente più piacevole, perché più rilassato.
        Abbiamo camminato nel modo classico con una mappa, se riesci a gestirla, funziona bene.
        Tutte le tappe sono state fantastiche, mi sono piaciute particolarmente le tappe 3 e 5, ovviamente la tappa 4 è speciale, ma era sovraffollata. Qui posso consigliare di partire da Bomerano, lasciare il sentiero degli dei dopo circa 1,6 km e seguire il crinale della collina sulla recinzione che si protende verso il mare per arrampicarsi sulle rocce (facilmente fattibile). Qui ci sono di nuovo viste speciali in entrambe le direzioni della costa.
        Ho due raccomandazioni di base.
        Se prendi l'autobus, sceglierei sempre il lato del sedile rivolto verso la costa per avere una visuale più facile, a proposito avresti dovuto prendere l'autobus lì ;-)
        In autunno puoi facilmente raccogliere fichi, noci e castagne, sono praticamente ai tuoi piedi.
        A Schiazzano abbiamo dormito nella Lubra Casa Relax, non offrono più gastronomia. Ma è un ottimo hotel con un padrone di casa molto gentile e una buona colazione, anche caffè perfettamente normale, ma ovviamente anche le varianti italiane ;-) Abbiamo mangiato a L'Antico Scantiato a 100 metri, che era delizioso ed economico.
        Inoltre, voglio assolutamente consigliare il ristorante La Selva a Bomerano, ci vuole un po' di cammino, ma quale escursionista si preoccupa.
        Abbiamo depositato i nostri bagagli a Napoli nel Deposito Bagagli poco distante dalla stazione dei treni, senza problemi e facilitando le cose, ma prenoterei in anticipo.
        Altrimenti andiamo in Costiera Amalfitana, ne vale la pena. E grazie ancora per i vostri sforzi e informazioni.

        Cordiali saluti e coraggio,
        Bruno

  58. Ciao Frank, stiamo programmando di fare questa escursione all'inizio di maggio.
    C'è un trasporto bagagli organizzato in loco in modo da non dover portare tutto da solo?

    Saluti dall'Alto Adige
    Giorgio

    • Ciao Giorgio,
      Per quanto ne so, purtroppo non esiste un trasporto bagagli organizzato in Costiera Amalfitana per escursionisti individuali. Potrei solo indirizzarti a una delle nostre altre escursioni al momento: https://www.costabrava-wandern.de/. Lì puoi anche prenotare il trasporto bagagli lungo le “nostre” tappe.
      Saluti in Alto Adige!
      Franco

  59. Ciao Franco,
    dalla quarantena in casa ora ho la possibilità di raccontare le nostre esperienze. Avevamo già percorso parte delle tappe durante una vacanza con i nostri figli l'anno scorso (Sentiero degli Dei e Monte Vico Alvano) così che mia moglie ed io abbiamo avuto l'idea in breve tempo all'inizio di marzo 2020 a causa della spontanea cancellazione del nostro viaggio originariamente programmato in Israele per percorrere il sentiero escursionistico di Amalfi. Corona era già un problema, ma all'epoca le campagne avevano molti meno casi rispetto a NRW (15 in totale al momento dell'arrivo), quindi neanche Corona ci ha impedito di viaggiare. C'erano voli economici e molti alloggi in offerta 2 giorni prima della partenza. L'arrivo in aereo, autobus e treno a Salerno ha funzionato al minuto, solo che alla stazione ferroviaria di Napoli devi assicurarti di andare alla biglietteria giusta... A Salerno avevamo una stanza economica al "Grillo B&B" (prenotabile tramite booking.com) proprio sul porto e vicino al centro storico. La mattina dopo abbiamo preso l'autobus 5120 in direzione Positano, dato che purtroppo la domenica non c'era un autobus diretto per Raito. Alla nona fermata (cercata su Google con Ss 163.53) siamo scesi poco sotto Raito. Devi stare un po' attento con le mappe di Google per premere il pulsante "stop" in tempo per la fermata giusta. Dalla fermata dell'autobus si arriva direttamente al punto di partenza della tappa 1 tramite alcune scale - stimo che siano stati 15 minuti in più e quasi 50-75 metri di dislivello. Le scale dalla fermata dell'autobus al waypoint 1, leggermente più in alto di Albori, fanno subito capire che la tappa non sarà una passeggiata. Da Albiori al Santuario della Madonna Avocata, invece, le scale ti sono risparmiate per il momento.
    Ma il viewranger è stato di grande aiuto per trovare la strada, in alcuni punti si è abbastanza impotenti, senza i dati GPS spesso saremmo andati fuori strada. Nella prima tappa abbiamo anche incontrato un grosso cane amichevole al waypoint 5 presso la cappella. Dopo alcune carezze e una sorpresa, questo cane ci ha seguito in chiesa per quelle che devono essere state 2 ore. In chiesa, un escursionista italiano ci ha spiegato che si trattava di un cane da pastore ruspante che era stato “a casa” sui sentieri per molto tempo. Solo dopo che non ha ricevuto più dolcetti durante la nostra pausa in chiesa, è partito alla ricerca di nuove vittime. Mia moglie voleva portarlo a casa con lei. La discesa dalla chiesa (che si vede anche più e più volte in lontananza nelle tappe successive) è stata molto faticosa, le foglie sciolte sui ripidi pendii ci hanno fatto scivolare, posso solo consigliare a tutti di portare con sé i bastoncini da trekking. L'ultimo tratto (ca. 400 metri di dislivello) fino a Maiori è costituito solo da scale, anche se queste non corrispondono alle "scale standard" tedesche, anzi i gradini hanno altezze diverse, le scale sono in parte fatiscenti e scomode da percorrere Su. Quando siamo arrivati a Maiori, ci tremavano le gambe. Noi (escursionisti al di sotto della media che camminano solo occasionalmente) abbiamo trovato la prima tappa dura ma fattibile. Gli zaini pesanti in particolare hanno reso più difficile un normale tour escursionistico, anche se i nostri zaini pesavano meno di 10 kg ciascuno (con 2 litri di acqua ciascuno, un po' di più) come suggerito.In totale, ci sono volute 7,5 ore per il tour un po' prolungato con parecchie pause.
    A Maiori abbiamo alloggiato nel B&B "Casa Blu Cobalto" in un appartamento al 5° piano di un grattacielo. Anche un posto carino ed economico in cui soggiornare, anche se un po' chiaroveggente. Devo ancora elogiare la cucina del ristorante Mammato, dove abbiamo mangiato del pesce buonissimo.
    La fase 2 è stata rilassante rispetto alla fase 1. Anche il percorso attraverso il Sentiero del Limoni fino a Ravello prevede un gran numero di scale, ma queste sono in buone condizioni e facili da percorrere e offrono anche splendidi panorami. A Minori abbiamo incontrato per la prima volta la situazione particolare con il corona virus, il simpatico gestore di un bar della chiesa ci ha costretto a bere una grappa ad alta gradazione prima di ordinare i cappuccini, per la "disinfezione". Dopo una bella pausa a Ravello, siamo tornati ad Amalfi attraverso scale ripide e irregolari. Con pause molto lunghe (oltre 1 ora ciascuna) a Ravello e in spiaggia a Minori, ci sono volute 6 ore. Ad Amalfi abbiamo anche avuto di nuovo una bella sistemazione, la "Amalfi Luxury House" un po' nascosta con una bellissima terrazza per la colazione e camere ben arredate. Anche i prezzi erano di nuovo economici, ma ciò potrebbe anche essere dovuto alla crisi di Corona. Quel giorno è scattato improvvisamente il coprifuoco per tutta Italia, ma per fortuna la sera i ristoranti erano ancora aperti. Il giorno dopo siamo stati controllati più volte dai carabinieri, così abbiamo preso l'autobus per Bomerano per andare sul sicuro. Il viaggio in autobus sull'Amalfitana con un tempo fantastico è stato davvero impressionante. A Bomerano abbiamo avuto il miglior B&B del nostro soggiorno, "Divina Costiera". I padroni di casa erano incredibilmente gentili e disponibili, la figlia della casa voleva persino prestarci la sua macchina per un viaggio. Poiché i ristoranti sono ora chiusi, abbiamo potuto mangiare anche con i nostri ospiti. Abbiamo quindi camminato in parte da Bomerano via San Michele e ritorno attraverso il belvedere Parko Corona, giustamente chiamato.
    Il giorno dopo siamo andati a Positano attraverso il sentiero degli dei. Quando abbiamo percorso il sentiero nell'ottobre dello scorso anno abbiamo incontrato alcune centinaia di escursionisti, quest'anno solo uno. Quindi tutto solo questo è stato un modo assolutamente onirico. Anche la discesa da Nocelle via Montepertuso è stata molto rilassata, abbiamo preso "una rampa di scale" troppo presto a Montepertuso, ma le scale erano appena ristrutturate e piacevoli da percorrere.
    A Positano, invece, le restrizioni hanno colpito duramente, sembrava di essere nell'apocalisse zombie, solo negozi chiusi e strade vuote in questa città altrimenti sovraffollata. Tuttavia, il nostro hotel "Casa Guadagno" ci ha accolto e aveva consigli utili pronti. Dopo un'intensa ricerca abbiamo trovato un negozio di alimentari aperto dove fare scorta di pane e antipasti per una cena improvvisata sulla spiaggia deserta. Lì abbiamo ricevuto la notizia che la nostra compagnia aerea aveva cancellato tutti i voli e non offriva un volo sostitutivo per la Germania. Sfortunatamente, abbiamo dovuto cancellare la nostra escursione dopo il 4° giorno. Per fortuna siamo riusciti a prenotare un volo Lufthansa troppo caro da Napoli alla Germania per il giorno successivo.
    Nonostante i tanti imponderabili, è stata una vacanza fantastica, grazie mille per questo eccellente sito web. Solo con le informazioni disponibili qui puoi intraprendere il tuo viaggio senza preoccupazioni! In ogni caso, siamo "fissati" e proveremo sicuramente gli altri tour ora!

    • Ciao Günther,
      Questo è un vero resoconto dell'avventura! Sono contento che tu sia tornato a casa sano e salvo. Qualche settimana fa, uno scenario del genere difficilmente poteva essere immaginato. Penso che le dinamiche nella diffusione del virus - e anche nell'attuazione delle contromisure - ci abbiano sorpreso tutti. Spero che tu superi la quarantena in salute!
      Saluti dall'home office di Amburgo
      Franco

  60. Ciao Franco,
    Ti mando la mia esperienza escursionistica qui per tua informazione. Abbiamo camminato per La Gomera dopo il tuo tour dell'anno scorso. Il Tour della Costiera Amalfitana non sarà l'ultimo.

    Escursione Costiera Amalfitana 26/09 – 03/10/2020

    Sabato 26/09/20 Inizio nonostante alcune preoccupazioni per Corona, sto iniziando il tour di Amalfi che è stato posticipato da maggio.

    Atterrando a Napoli, con l'Alibus 5,00 euro fino alla stazione centrale e poi con l'RG a 4,99 euro fino a Salerno. Tutto andò bene. Attenzione: il treno espresso costa 20,00 euro ed è solo circa 15 minuti più veloce. Pernottamento a Casa Maria molto economico, pulito e in pieno centro storico. Ho comprato i biglietti dell'autobus a Tabacci la sera.

    Domenica 27/09/20 Tappa 1

    Viene annunciata una tempesta ma la mattina è luminosa e bella.
    Ho preso l'autobus delle 9:30 per Maiori e mi sono goduto lo spettacolare viaggio in autobus. Dopo aver depositato i bagagli nel mio alloggio, ho iniziato la 1a tappa all'indietro e sono tornato indietro dopo 1,5 ore perché si stava rannuvolando dal mare e il vento era così forte e si stava preparando una tempesta. Ho visto solo il waypoint 6 della chiesa di pellegrinaggio da lontano. Con le prime gocce ho appena raggiunto Maiori prima che iniziasse il temporale.

    Pernottamento al San Domenico Accommodation Maiori era centrale, pulito e buono.

    Lunedì 27/09/20 fase 2

    Il tempo cambiava ogni minuto e l'abbigliamento antipioggia faceva un buon lavoro. Eppure il sole continuava a uscire. Fase 2 Ho camminato esattamente dopo la pista ed ero grato per il supporto.
    Le strade a volte sono confuse.
    Avevo anche bisogno di 4 ore con pause.

    Pernottamento ad Amalfi, dove non succede quasi nulla. Corona lo fa. Puoi vedere che questo è un angolo turistico e quindi posso visitare la cattedrale in modo rilassato.

    Pernottamento presso Holidays Baja d'Amalfi.
    Vista meravigliosa e il bagno più piccolo che abbia mai visto. Quasi impossibile fare la doccia.

    Martedì 28/09/20

    fase 3

    Il blocco stradale dopo il waypoint 2 esiste ancora. La casa prima del lockdown si chiama Anna Scopietta e ospita un intraprendente nonnino sdentato di 80 anni con cani coetanei. Mi guida nel suo giardino, mi prende 1 euro e mi manda giù, il cancello è al piano di sotto e sono di nuovo in pista. Lo vedo con umorismo, avrei potuto tornare indietro di pochi metri.

    Pernottamento nel consigliato B&B Rabbit ad Agerola con annessa pizzeria molto buona ed economica.

    Mercoledì 29/09/20

    fase 4

    Per la variante lunga ho impiegato circa 7,25 ore di puro cammino. Sul Sentiero degli Dei ho incontrato solo 6 gruppetti, da Montepertuso non c'era proprio nessuno. 1 piccolo gruppo sul Monte Vivo Alvano. Quindi tutti molto soli. Sicuramente porta con te abbastanza acqua, nessuna possibilità di comprare nulla.

    Durante la notte all'Hotel Royal Hills, l'addetto alla reception è stato così gentile da stampare il mio biglietto dell'autobus per l'aeroporto su carta per l'autista. Non c'erano ospiti.

    giovedì 01.10.20
    fase 5

    Il sentiero per Torca è molto buono, dopo il bivio a circa 200 m è un po' selvaggio e ricoperto di more. Dopo molto bene. C'è un Alimentari a Torca, ma nessun open bar.

    Pernottamento presso Lubra Casa Relax. Semplicemente meraviglioso.

    Venerdì 02.10.20
    fase 6

    Preso una breve variante secondo il tracciato per Sorrento.

    Pernottamento al B&B Giacomino, in buona posizione centrale.

    Sabato 03.10.20 volo di ritorno per Stoccarda

    Con il Sorrento - Airport Bus Curreri Viaggi direttamente all'aeroporto a 10.- Euro
    Napoli.

    Conclusione: un fantastico tour ai tempi di Corona. La maschera è una compagna naturale e la maggior parte delle persone è molto disciplinata.

    Bastoncini da trekking, tappi per le orecchie e acqua a sufficienza. Fai provviste per tempo perché molti negozi sono chiusi.

    Secondo la sicurezza di Stoccarda, i bastoncini da trekking possono essere portati con sé. Durante il volo di andata avrei regalato i miei bastoncini da trekking a Eurowings come bagaglio da sci gratuito. Nessuno sapeva dirmi se i bastoncini fossero ammessi o meno nel bagaglio a mano. Non volevo correre rischi. Sul volo di ritorno da Napoli i bastoncini pieghevoli erano nel bagaglio a mano e non hanno rappresentato un problema.

    Ancora una volta, un grande grazie per le tracce e il tour elaborato. Senza tracce sarebbe stato piuttosto difficile a volte

    Saluti escursionistici da Andrea Wegener

  61. Buongiorno,

    Mi apresto con un gruppo di 22 ragazzi a percorrere le tappe da Salerno a Positano. Faremo le prime quattro tappe qui descritte nel sito.
    Il sentiero è abbastanza segnalato?
    Ci sono punti esposti? C'è qualche consiglio che è giusto sapere?
    adornare

    • Ciao Gemma,

      C'è un feedback attuale sullo stato attuale del percorso qui: via stato. Consiglio vivamente un dispositivo GPS o un'app GPS per l'escursione. Hai già scaricato il file GPX con il percorso (scaricare)? I sentieri sono generalmente ben segnalati (grazie al CAI!), ma in alcuni punti non è così facile senza le informazioni GPS. Come backup, puoi comunque scaricare la cartina escursionistica in PDF (al download in pdf).

      Non ci sono punti difficili o pericolosi sull'escursione, il percorso non è tecnicamente impegnativo. Quello che personalmente non posso dire in modo definitivo, tuttavia, è quanto l'escursionismo della fase 4 sia adatto a persone che soffrono di vertigini. Direi: la tappa escursionistica non è un problema. Il "Sentiero degli dei" è percorso anche da gruppi numerosi (di pensionati)...

      Buona fortuna con la tua escursione!
      Franco

  62. Ciao
    Non voglio fare questa escursione in soli 6 giorni ma in circa 10 tappe giornaliere.
    Ci sono posti dove pernottare lungo la strada?

    • Ciao Claudio,
      Non sono sicuro che la mia risposta ti arriverà in tempo. Ma fondamentalmente ci sono molte possibilità di alloggio in Costiera Amalfitana e soprattutto lungo il percorso escursionistico. Solo le tappe 1 e 5 non sono adatte al pernottamento. Si consiglia anche una breve gita a Capri alla fine dell'escursione (1-2 notti).
      Tanti auguri
      Franco

  63. Ciao a tutti!

    Vorrei esplorare la Costiera Amalfitana con il mio cane a fine settembre (soprattutto escursioni). Qualcuno ha avuto esperienza con i cani sulla costa? Come sono le temperature in questo periodo? Ci sono ancora molti turisti in questo periodo?

    Grazie in anticipo per il feedback!
    LG Sabine

  64. Buon giorno a vous

    Après le TMB je vais me rendre en Avril 2022 sur la c^te Almafitaine en randonnée bien sur

    Le trajet je suis en train de le composer en étapes je verrai bien avec all cela pour saggier de faire une boucle (idée à voir bien sur )

    Souhaiterai avoir votre avis sur le bivac me suis un peu renseigne également

    io eu comme réponse auprès d'une agence de voyage en Italie que le bivouac était autorisé

    Donc je prefere vous demander parce que il blog est interessante se davvero il bivacco è autorizzato sur la cote amalfitaine?

    Grazie per le tue risposte

    elemento cordiale

    • Ciao Patrizia,
      Domanda difficile a cui purtroppo non posso rispondere per te. Il campeggio selvaggio con la tenda è decisamente vietato in Costiera Amalfitana, ma la situazione con il bivacco è meno chiara. In ogni caso, in alcune comunità vi sono anche espliciti divieti di bivacco (https://www.sorrentopress.it/meta-arriva-lordinanza-anti-bivacco/). Essendo la Costiera Amalfitana una delle mete turistiche più gettonate in Italia, personalmente starei attento e sconsiglierei di bivaccare. Proprio perché la situazione non è chiaramente regolamentata, si devono prevedere sanzioni severe.
      Mi dispiace non poterti dare una risposta più specifica.
      Tanti auguri
      Franco

  65. Buongiorno a tutti,

    Vorrei percorrere il percorso da solo alla fine di settembre. Non sono un professionista dell'escursionismo, ma faccio escursioni regolarmente.
    Secondo te l'escursione è adatta a questo o meglio no?

    Grazie e saluti
    Lisa

    • Ciao e buongiorno Lisa,
      Penso che non dovrebbe essere un problema. L'escursione offre un buon dislivello ed è quindi abbastanza faticosa, ma non è un'escursione di alta montagna. Quindi non ci sono sezioni tecnicamente impegnative con un aumentato rischio di lesioni o simili.
      La fine di settembre è anche un buon periodo per la Costiera Amalfitana.
      Cordiali saluti e buone vacanze!
      Franco

      • Ciao Franco,

        Grazie mille per la tua rapida risposta!
        Suona bene ;)
        Quindi ora concretizzerò la mia pianificazione e non vedo l'ora che inizi l'escursione.

        Calorosi saluti
        Lisa

  66. Sono entusiasta di trovare questo sito. Estremamente utile. Due domande: 1. Faremo un'escursione all'inizio di febbraio. Andrà bene o farà troppo freddo/pioverà? 2. C'è una ragione per cui questo percorso non va mai al largo della costa e sale verso le montagne interne? (Stavo pensando di salire in alcune delle città interne.)

    Domanda bonus: dovremmo unirci a C AI? Sembra difficile da fare dall'estero.

    Grazie Josh Hoyt

    • Ciao Josh,
      grazie per gli elogi! Poi cercherò di rispondere alle tue domande e alla domanda bonus :-)
      1.) La stagione escursionistica in Costiera Amalfitana di solito inizia a marzo o intorno a Pasqua. Alla fine il tempo è sempre una questione di fortuna, a febbraio è un po' più fresco di giorno (media: 15 gradi) e un po' piovoso (2 giorni di pioggia a settimana).
      2.) No, non c'è una ragione speciale per questo. In quel periodo scalammo anche una delle due cime dei "Monti Lattari" da Bomerano. Ma dal momento che abbiamo camminato completamente tra le nuvole, non ci sono foto significative e non potrei raccomandare questo percorso escursionistico.
      Domanda bonus) Il Club Alpino Italiano CAI sarebbe certamente felice di qualsiasi sostegno finanziario, ma non credo sia così facile per gli stranieri diventare membri e non è nemmeno necessario per l'escursione. Ad esempio, io stesso sono solo un membro del Club alpino tedesco.
      Buone escursioni!
      Franco

  67. Ciao Franco
    Prima di tutto grazie per questo brillante sito Web e per i dati GPS che abbiamo caricato sull'app Outdooractive che ci ha servito bene. Grazie a questo sito web abbiamo trascorso una meravigliosa vacanza autunnale: due settimane fa abbiamo percorso i sei giorni con lievi modifiche e ne siamo entusiasti. Mio marito ha una certa paura delle altezze, e poiché questo è stato chiesto alcune volte qui, entrerò nel mio rapporto su quali parti erano difficili o per niente passabili per lui.
    Abbiamo viaggiato da Milano con il treno notturno e siamo arrivati a Salerno intorno alle 6:30. In questo modo risparmi una notte in hotel e puoi iniziare subito a fare escursioni e viaggiare in modo ecologico. Il treno notturno era completamente ok, eravamo in due in uno scompartimento. Abbiamo portato cibo e bevande con noi. Se arrivate così presto, dovreste comprare i biglietti dell'autobus nel Tabacco molto vicino all'uscita della stazione (a mio ricordo leggermente opposta a sinistra) perché tutti gli altri Tabacchi sono ancora chiusi a quest'ora.
    Il primo giorno è bellissimo, un ottimo inizio! Mio marito ha visto un piccolo cinghiale che correva lungo il sentiero, la vista è fantastica. Dalla Cappella Vecchia sono poco più di 30 minuti alla chiesa di pellegrinaggio, ma ci vogliono meno di due ore da Raito al punto di sella (almeno così è stato per noi). Durante la discesa, gli ultimi 300 metri di dislivello stimati preannunciano le numerose scale del giorno successivo!
    Il secondo giorno è il più pesante per le scale; Le persone con problemi al ginocchio potrebbero voler saltare questo. Soprattutto da Minori a Ravello e poi di nuovo giù ad Amalfi, in realtà si va quasi esclusivamente su scale. Anche Ravello era gremita di turisti ad ottobre e anche in epoca Corona; Quello che ci è piaciuto di più qui è stato l'auditorium progettato dalla leggenda dell'architettura Oskar Niemeyer. Ad Amalfi abbiamo preso l'autobus per Pogerola perché non volevamo più salire le scale.
    Il giorno 3 abbiamo ripreso l'autobus, ma non fino ad Amalfi, ma alla svolta a sinistra (vista dall'alto) a Lone, dove il sentiero escursionistico (su una scalinata, come potrebbe essere altrimenti) lascia la strada. Quindi abbiamo salvato la sezione sulla strada. Quindi siamo arrivati a Bomerano verso le 13, dove abbiamo pranzato, e lo stesso giorno abbiamo aggiunto il Sentiero degli Dei. Ed è qui che è diventato difficile per mio marito: il sentiero è estremamente esposto ea sinistra a volte scende ripido per diverse centinaia di metri. Certo, oggettivamente (e per me) la strada è sempre abbastanza ampia. Ma purtroppo mio marito ha dovuto fare inversione dopo un terzo tra Bomerano e Nocelle e prendere l'autobus prima per Amalfi, cambiare treno lì e poi per Positano. Poi ho camminato da solo fino a Positano. È stata una giornata lunga ma fattibile se sei ragionevolmente in forma. Il Sentiero è davvero straordinariamente bello e paesaggisticamente probabilmente il momento clou del tour - ma anche abbastanza affollato (per mio marito era frustrante che ci fossero molte persone completamente inesperte nell'escursionismo, alcuni di loro in sandali senza battere ciglio e lui aveva tornare indietro). Purtroppo a Nocelle ho seguito le indicazioni e non la descrizione di Frank e poi ho dovuto percorrere la strada sottostante, cosa sgradevole anche in bassa stagione con meno traffico. Abbiamo trovato spontaneamente una meravigliosa camera a Villa Rosa con un enorme terrazzo vista mare. Normalmente inaccessibile, ma ora in ottobre per 150 euro a un prezzo equo per il luogo e la posizione, credo. Ci è piaciuto molto Positano. Ovviamente è turistico, ma perdersi nei vicoli ha qualcosa da offrire. Abbiamo trovato il ristorante Next2 che vale i soldi se vuoi concederti qualcosa di speciale.
    Il quarto giorno è stato comodo, abbiamo semplicemente scalato il Monte Vico Alvano e poi abbiamo dovuto camminare ancora un po' fino a trovare un alloggio a Colli di Fontanelle.
    Il giorno 5 abbiamo scoperto una valida alternativa: a Torca si scende direttamente al Fiordo di Crapolla e la baia è davvero bellissima! Tuttavia, questa discesa è di nuovo un po' complicata per le persone che soffrono di vertigini. Per fare questo, devi girare a sinistra alla chiesa e poi – se non ricordo male – prendere di nuovo la seconda strada a sinistra. Dopo un po', un cartello in legno dice Oasi Monte di Torca, devi seguire questo, poi attraverso il primo cancello e prima il secondo a sinistra. Il sentiero è difficile da vedere a tratti ma praticamente sempre segnalato con punti rossi e blu sbiaditi, bellissimo (ma esposto a tratti). La baia è il luogo perfetto per fare picnic e nuotare. Poi su per le scale a sinistra, ogni cinquanta gradini un conto alla rovescia in ceramica - e non devi ancora salire fino in fondo, ma non perdere il bivio a sinistra (altrimenti finirai di nuovo in Torcia). Dopo un po' è diventato troppo esposto per mio marito e alla prima occasione abbiamo lasciato il sentiero, abbiamo seguito una stradina e poi abbiamo percorso i sentieri per Metrano che erano segnati sull'app ma in parte erano completamente ricoperti di vegetazione. Purtroppo la Lubra Casa Relax viene affittata solo per intero. Abbiamo trovato un'ottima alternativa a Monticchio: Villa Il Turro. Reception estremamente bella, camera ben arredata, lettini in giardino, aree comuni con libri ecc. Un ottimo B&B!
    Il sesto giorno è stato di nuovo abbastanza lungo, anche se non siamo scesi al mare. Il giro per il Monte San Costanzo era di nuovo troppo esposto per mio marito, ma è stato in grado di prendere una strada diversa dalla mia. Quindi ci sono alcune restrizioni per le persone che soffrono di vertigini, ma se ti valuti correttamente, puoi reagire e trovare soluzioni, anche grazie alla rete di autobus relativamente buona.
    Non avrei avuto bisogno di bastoncini in questa lunga escursione; Le ho usate poco se non il primo giorno scendendo, purtroppo servono a poco soprattutto sulle scale.
    Il bello di questo percorso è che lungo il percorso c'è spesso acqua potabile e spesso si può pranzare molto bene in trattoria o in un bar (ultimo consiglio: merenda Angelo a Massa Lubrense l'ultimo giorno).

    • Ciao Flavia,
      Questo è ciò che io chiamo feedback ampio e ottimo! Le informazioni sull'avere la testa alta sono sicuramente utili per molti, ho collegato il tuo feedback nella fase 4. Il fatto che l'alloggio a Schiazzano abbia purtroppo cambiato il suo concetto è molto, molto triste! Quello è stato il momento clou dell'intera escursione per me allora! Ma grazie mille per il suggerimento alternativo, sembra anche molto carino (l'ho incluso anche io).
      Grazie per tutto l'impegno che ci metti!
      Calorosi saluti
      Franco

  68. Buenos Frank y equipo escursionismo deluxe,
    Nos gustaría hacer il trekking a Diciembre / Enero. Tenemos algunas dudas o preguntas:
    1- Los senderos, ¿se encuentran todos abiertos y en buen estado? Hemos leido que hay alguna partes en obras o cerradas.

    2- Ad Agerola hai a disposizione qualche altra mappa o traccia GPS per visitare il monte Calabrice, Tre Calli? Nos gustaría hacer parada en Agerola y hacer un day exclusive de montaña.

    3- Tienen un track GPS più completo? O un brano completo?

    Muchas gracias por su trabajo y ayuda. un posto,

  69. Ciao Franco,
    vogliamo fare l'escursione da Salerno a Sorrento all'inizio di marzo. Dato che siamo stati molto ispirati dal tuo sito web, vorremmo anche seguire le tue tracce. Se ho capito bene, le tracce al momento non sono disponibili online. È possibile inviarmi tramite e-mail i file GPX?
    Cordiali saluti e un grande complimento per http://www.amalfi-wanderweg.de

  70. Ciao Franco,
    Molte, molte grazie per questo fantastico sito Web, i dati GPS e la tabella di pianificazione!
    Siamo stati in giro la scorsa settimana e siamo super eccitati, è stata davvero una bella escursione di lunga distanza!
    Possiamo consigliare in particolare la variante panoramica lunga del giorno 4, che è stata chiaramente il momento clou dell'escursione.
    I sentieri erano tutti facili da percorrere, anche se il sentiero nella tappa 5 era un po' invaso dalla vegetazione.
    Per quanto disponibile, abbiamo rilevato i tuoi alloggi, ne siamo rimasti super soddisfatti.
    A Massa Lubrense abbiamo affittato la Maison Emilie, anch'essa consigliatissima (colazione esclusa).
    Verso la metà della tappa 3 (poco prima di San Lazzaro), il sentiero era chiuso per lavori in corso (non in corso), abbiamo appena superato la sbarra laterale, il che non è stato un problema.
    Ci è piaciuto il giorno 2, 3 e 4 il meglio :)
    Cordiali saluti, grandi complimenti per il sito web e una grande raccomandazione per provare questo sentiero escursionistico!

    • Qualcuno ha già fatto l'escursione da Sorrento a Salerno, cioè in senso inverso?
      Cosa parla a favore/contro.
      Voglio finire l'escursione a Salerno perché voglio visitare la famiglia lì.

      • Ciao Claudio,
        È anche possibile fare un'escursione nella direzione opposta, ma dovresti aspettarti un enorme traffico in arrivo sul Sentiero degli Dei. A seconda della stagione, ci sono centinaia di escursionisti di mezza giornata là fuori. Perché? Tutti vogliono fare un'escursione con vista sulla punta della penisola e su Capri. Ciò vale in particolare per le fasi 4 e 5.
        Personalmente trovo la sequenza delle tappe – così come le ho scelte – complessivamente più coerente. Ma hai una buona ragione per l'altra direzione :-)
        Spero che questo ti stia aiutando!
        Tanti auguri
        Franco

  71. Ciao a tutti,

    Abbiamo trascorso un totale di 11 giorni in Costiera Amalfitana alla fine di aprile/inizio maggio. In gran parte ci siamo attenuti al percorso che hai descritto. Molte grazie a questo punto per la grande quantità di informazioni!
    1. Salerno-Maiori. Attenzione: l'autobus non va a Raito la domenica, quindi abbiamo camminato lungo la strada, ma ovviamente non è stato un buon inizio.
    2. Maiori-Ravello. Ravello è bellissima e vale la pena pernottare.
    3. Ravello a Casa Pendola a Bomerano. Ottimo sentiero dopo essere stato un po 'lontano da Amalfi, di nuovo nella natura con vista sulla costa e attraverso una grande gola. A San Larazzo invece di attraversare il paese abbiamo svoltato sulla 361B. Una pausa di un giorno, goduti il giardino e la colazione e fatto una breve escursione al Monte Tre Calli (bella vista da lì!).
    4. Variante lunga sopra Positano. Si consiglia una breve pausa dopo il famoso pezzo del Sentiero degli Dei a Villa Sofia con spremuta fresca. Un giorno in più alla Croce della Conocchia. Poi sui Colli di San Pietro, al Bed&Lemon. Proprietari molto gentili e un posto divertente con buon cibo chiamato "Sisters" a circa 15 minuti di distanza.
    5. A Massa Lubrense (diversi giorni lì). Qualcosa di più impegnato lungo la strada. Abbiamo fatto una deviazione al Fiordo di Crapolla, non volevamo rifare lo stesso sentiero due volte e abbiamo scelto un percorso circolare, ma consigliamo il 344 (scalinata) perché l'altro percorso era molto invaso. Purtroppo siamo stati nella baia solo nel pomeriggio e poi il sole era già tramontato.
    6. Dopo una giornata di pausa con visita a Pompei, da Massa Lubrense a Punta Campanella, al termine del percorso escursionistico. Il giorno dopo abbiamo preso l'autobus per Nerano e da lì abbiamo fatto un'escursione alla Baia di Leranto, la riserva naturale e la spiaggia sono molto belle, acqua cristallina e sole da mezzogiorno al pomeriggio. Consigliamo vivamente Relais il Chiostro.

    Tutto sommato, possiamo solo consigliare l'escursione, il paesaggio fantastico (siamo stati anche molto fortunati con il tempo), i sentieri interessanti e il buon cibo italiano la sera. :-)

    Tanti auguri,
    Caterina

  72. Buongiorno.
    Nous venons de faire les étapes 1 à 5 (jusqu'à Torca, puis Sorrente), c'était magnifique!
    Grazie per il tuo sito che ti è permesso esplorare nella bella regione. Les conseils et fichiers gpx nous ont été d'une grande aide.
    A Bomerano, su consiglio le B&B La Casa Pendola un peu en dehors du village, avec des chambres agréables avec balcon et belle vue, une piscine (ce n'est pas mis sur leur site et quand il fait chaud, c'est le top ) dans a magnifique jardin et a copieux déjeuner.
    Nos étapes préféréés ont été la prima car très nature et la 4éme même si le Sentier des Dieux était fort (trop) fréquenté. Alla fine del giorno, la discesa verso i Colli di San Pietro è un peu longue et le chemin envahit par les plants….
    Su raccomandazione cette très belle rando qui de plus permet de goûter à la très très bonne cuisine locale!
    Julien e Maria

  73. Ciao Franco,

    abbiamo trascorso una vacanza meravigliosa da fine maggio / inizio giugno 2022, quindi siamo tornati relativamente freschi.
    Dato che in Costiera Amalfitana faceva già molto caldo e volevamo avere un po' più di tempo per i luoghi che vale anche la pena vedere, abbiamo scelto l'opzione più breve.

    Il terzo giorno abbiamo sentito davvero le prime due tappe con i tanti metri di dislivello nelle cosce. Le molte scale alte molto diverse hanno tutto.

    Abbiamo quindi trascorso la notte ad Amalfi e il giorno successivo abbiamo iniziato con la "passeggiata attraverso" il tunnel stradale, che è stato molto avventuroso con il traffico.

    A Bomerano abbiamo soggiornato all'Hotel B&B "A 2 Passi Dagli Dei", che non possiamo che consigliare, una famiglia molto simpatica, ottime camere, una colazione buonissima e non troppo costosa, hanno anche il pranzo al sacco per loro a pochi euro Escursione offerta il giorno successivo. Abbiamo davvero apprezzato il nostro soggiorno lì. Vale davvero la pena vedere "The Path of the Gods". Ma dovresti essere preparato per molte persone.

    I percorsi finora vanno bene. La fase 5 si è rivelata molto più difficile per noi del previsto. Il sentiero era per la maggior parte ricoperto di vegetazione e poco visibile, dovevamo aprirci la strada e bisognava stare molto attenti. Erano richieste anche abilità di arrampicata. Con il caldo, con i bagagli e sotto il sole cocente, è stata una sfida.

    Sorrento ci è piaciuta molto anche come luogo. Ci sarebbe piaciuto rimanere lì una notte in più.

    Come ricompensa, abbiamo trascorso un'altra notte a Capri e da lì abbiamo preso il traghetto diretto a Napoli.

    Abbiamo sperimentato molto, i panorami sono semplicemente incredibilmente belli. Belli anche gli sguardi delle persone che probabilmente si chiedevano cosa ci stessimo facendo con il caldo :-D. Consigliamo a tutti di fare questo tour in primavera o in autunno.
    Caro Frank, grazie per l'ispirazione. Le tue idee sul palco sono state un'ottima guida per noi.

    Saluti da Michael e Heike

    • Caro Heike e caro Michael!
      Grazie per il tuo feedback! Sfortunatamente, nelle ultime settimane non ho avuto molto tempo per occuparmi delle mie escursioni a lunga distanza, quindi ho ricevuto una risposta solo ora.
      Quella con Capri è un'ottima idea, chiuderà sicuramente la vacanza. Sfortunatamente, non lo avevamo sullo schermo in quel momento, ma lo avremmo fatto allo stesso modo la prossima volta.
      Tanti auguri!
      Franco

  74. Ciao Franco,

    Apprezzo molto lo sforzo che hai messo nella pianificazione e progettazione del percorso a piedi e del sito web. Questo ti fa venire voglia di percorrere il percorso da solo, soprattutto perché sono un fan assoluto dell'Italia!

    Da qui la mia domanda: il percorso è adatto anche a escursionisti relativamente nuovi all'escursionismo, se equalizzi un po 'le escursioni giornaliere (cioè consenti un buffer di circa due giorni)?

    Cordiali saluti Josefine e Linda

    • Ciao Josefine e Linda!
      Molte grazie per i complimenti :-) Il percorso è decisamente adatto anche ai neofiti dell'escursionismo. Tuttavia, la fase 1 è la più impegnativa in termini di condizione. Suggerimenti su come semplificare la fase 1 possono essere trovati qui: Domanda di Susanna. E nella fase 4, a seconda di quanto ti senti in forma, preferirei prendere la variante normale o più breve.
      Un saluto e buone escursioni!
      Franco

  75. Caro Franco!
    Vorrei iniziare le escursioni in Costiera Amalfitana nella seconda settimana di settembre di quest'anno. Questo era il mio piano l'anno scorso.
    Anche se la mia relazione seguirà più avanti, vorrei ringraziarvi dal profondo del mio cuore per questo fantastico e dettagliato sito web.
    Trovo tutto qui, specialmente lo strumento di pianificazione per i pernottamenti...davvero bello.
    Trovo il resto nelle belle testimonianze, come una nota sui parcheggi economici! Grazie!
    andrò da solo Se qualcuno sta leggendo qui e vorrebbe accompagnarmi, sarei felice se il ritmo e la vibrazione andassero insieme
    Lo farò il 7.9. Arrivo a Sorento e partenza l'8.
    Non vedo davvero l'ora dell'escursione, del viaggio, del paese e della gente.
    Buon divertimento a tutti! Gabby

  76. Ho un'aggiunta alle domande organizzative:
    Trasporto bagagli - invece di depositare i bagagli li abbiamo fatti spedire tramite corriere all'hotel dove volevamo finire, usufruendo del servizio di un negozio di tabacchi molto carino. Funzionava benissimo e costava circa 40 euro.
    Il treno locale M da Napoli a Vietri è stato interrotto durante il nostro viaggio con servizi di autobus sostitutivi, che hanno fatto schifo e ci sono costati quasi un pomeriggio intero, l'autobus sembrava bloccato nel traffico. Inoltre, abbiamo scoperto troppo tardi che non è consentito utilizzare i treni espressi con l'Artecard Campania, quindi abbiamo dovuto utilizzare questo treno locale. Quindi acquista di nuovo il biglietto leggermente più costoso con il treno espresso via Sorrento. Sei più intelligente dopo...
    Ma per il resto possiamo anche consigliare vivamente di iniziare l'escursione a Vietri.
    Viceversa, il biglietto per il traghetto veloce da Sorrento a Napoli si poteva prenotare online, ma bisognava comunque fare di nuovo la fila per stampare i biglietti. E non è la stessa coda dei Capritickets, è solo che è difficile scoprirlo. E la valigia poi costa di più quando si accede alla nave, molto strano e piuttosto mafioso.
    Sfortunatamente, anche l'accesso al Vesuvio era un grosso problema. Devi davvero prenotare la salita in vetta in anticipo, con una fascia oraria. All'ingresso del parco nazionale è difficile da fare perché lì non c'è internet. E devi anche registrarti e quindi hai bisogno di un account e-mail funzionante per la risposta! Allo stesso modo, se arrivi in macchina, devi anche prenotare un posto auto con fascia oraria. L'autobus da Ercolano è probabilmente consigliato.
    Tutto è caotico in macchina, solo la penisola sorrentina di fronte a Massa Lubrense era molto rilassata.

  77. Ciao Franco,

    prima di tutto un enorme grazie per il tuo fantastico blog e le tue descrizioni dettagliate.

    Abbiamo seguito le tue tappe in Costiera Amalfitana a fine settembre ed è stato semplicemente meraviglioso. Abbiamo piovuto i primi due giorni, motivo per cui abbiamo saltato Ravello, ma poi è tornato il sole. Camminare nella giungla da Raito a Maiori sotto la pioggia è stata un'esperienza che non avrei voluto perdermi, nonostante i vestiti e lo zaino fradici.

    Le tue coordinate gpx, che spesso ci hanno salvato dal perderci, sono state particolarmente utili durante tutto il tour. A Pogerola non è stato facile trovare l'ingresso (siamo poi scesi nella gola a destra) e Atrani è un piccolo labirinto. :-) Tutto il resto ha funzionato bene, ma dovresti evitare di prendere l'autobus. Tra Salerno, Amalfi e Positano questi sono spesso pieni e non durano. La Penisola di Massa Lubrense, invece, era piacevolmente vuota.

    Siamo stati un po' più lenti sulla strada, quindi consiglierei le seguenti tappe per gli intenditori:
    Tappa 1: Salerno - Raito - Maiori
    Tappa 2: Maiori - Minori - Ravello
    Tappa 3: Ravello - Atrani - Amalfi - Pogerola
    Tappa 4: Pogerola - San Lazzaro - Bomerano
    Tappa 5: Bomerano - Nocelle - Positano - Nocelle
    Tappa 6: Nocelle – Colli San Pietro (- Monticchio)
    Tappa 7: (Monticchio -) Colli San Pietro - Turca - Monticchio
    Tappa 8: Monticchio - Termini - Punta Campanella - Monticchio
    Tappa 9: Monticchio - Baia di Ieranto - Monticchio
    10a tappa: Monticchio - Massa Lubrense - Sorrento

    Questo lascia abbastanza tempo per visitare la città e rilassarsi.

    La tappa 6 è qui per coloro che vogliono percorrere il sentiero panoramico. Purtroppo non abbiamo avuto tempo per questo. E da quella notte fino alla tappa 10 avrei prenotato un alloggio permanente per viaggiare leggero. Gli autobus sono piacevolmente vuoti lì. Ci è piaciuta molto la Villa il Turro a Monticchio. La suite della torre Napoli è super bella!

    E in alta stagione farei sicuramente il sentiero degli dei prima di colazione e, se necessario, lo salterei. Non è divertente essere sempre bloccati nel traffico. Alla fine di settembre abbiamo iniziato alle 9 del mattino e c'era già molto da fare, ma era ancora gestibile.

    In termini di alloggio, i nostri punti salienti sono stati:
    Salerno: Affittacamere (più Pizzeria Criscemunno)
    Piano di Sorrento: B&B Tina
    Monticchio: Villa il Turro

    Altrimenti complimenti e continuate così! :-)

    Tanti auguri
    Sabrina

    • Ciao Sabrina,
      Mille grazie per questa fantastica variante per "intenditori". Anche estendere l'escursione a 10 tappe sembra molto allettante! Grazie anche per aver segnalato gli autobus sovraffollati lungo il "principale asse di traffico". Chiarirà ancora una volta che potrebbero esserci tempi di attesa.
      Tanti auguri
      Franco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *