Stage 6: mappa

Da Schiazzano via Punta Campanella, ritorno a Schiazzano e poi a Sorrento

Sezione 6: istruzioni

  • Uno dei momenti salienti alla fine dell'escursione sul CAI300 Capri nel profondo blu Merr
    Uno dei momenti salienti alla fine dell'escursione sul CAI300 - Capri nel mare blu profondo.

Da Schiazzano a Punta Campanella e ritorno

Questa bellissima escursione circolare ci porta alla "Punta Campanella" - la punta più occidentale dell'escursione costiera amalfitana - e offre una vista meravigliosa sull'isola di Capri quando il tempo è bello!

Di seguito descriviamo una variante corta e una lunga - quella più corta è adatta per. B. per un'escursione mattutina finale il giorno della partenza, seguito da un autobus o un taxi per Sorrento. Tuttavia, entrambe le varianti possono essere estese anche percorrendo il bellissimo percorso per Sorrento lo stesso giorno. Il percorso escursionistico da Termini a Sorrento segue molti sentieri nascosti o piccoli sentieri attraverso giardini, uliveti e campi di agrumi e ne vale sicuramente la pena!

Nota sul materiale cartografico: stranamente, questa parte della costiera amalfitana non è adeguatamente mappata, almeno molte strade asfaltate che sono ovviamente esistite per anni non sono mostrate su Google Maps o OpenStreetMaps. Nella maggior parte degli alloggi, tuttavia, ci sono mappe escursionistiche gratuite per la punta occidentale della Costiera Amalfitana, in cui sono segnati questi percorsi. In alternativa, le carte sono disponibili online: www.massalubrenseturismo.it/de/cartine/.

Entrata / punto di partenza

Il punto di partenza per questa tappa varia, ovviamente, a seconda di dove passi la notte. Abbiamo descritto il percorso escursionistico da Schiazzano nella sezione seguente perché siamo così entusiasti dell'hotel lì. Chiunque abbia soggiornato al di fuori di Schiazzano può orientarsi facilmente verso la prima tappa: la cappella bianca "Chiesa San Costanzo", che è chiaramente visibile da ogni parte sull'omonima collina, Monte San Costanzo.

Da Schiazzano camminiamo verso sud, cioè in salita oltre l'hotel "Lubra Casa Relax" fuori dal paese. Sul retro della piccola collina raggiungiamo un vialetto, che seguiamo brevemente in salita a destra, quindi svoltiamo a sinistra dopo circa 100 metri (continuare in salita, waypoint 1). Il sentiero ci regala splendide vedute a destra del Golfo di Napoli ea sinistra della baia di "Marina del Cantone", gradualmente si restringe e infine al sentiero, al termine del quale raggiungiamo la città di Termini. Qui giriamo a sinistra e raggiungiamo la piazza principale con la chiesa, la fermata dell'autobus SITA e il bar (circa 30 minuti da Schiazzano, waypoint 2).

Da Termini alla cappella bianca

Lasciamo Piazza Termini in direzione sud-est e svoltiamo a destra all'incrocio a T (indicazioni "Punta Campanella"). Dopo una leggera curva a sinistra raggiungiamo il bivio successivo, dove giriamo a destra per "Punta Campanella" e dritto alla cappella bianca "Chiesa San Costanzo", da dove si può scendere a "Punta Campanella". Restiamo dritti qui e imbattiamo in una scala che funge da scorciatoia per i tornanti del vialetto. Il sentiero è segnato con grandi frecce bianche sull'asfalto, ma corriamo contro la direzione della freccia. La salita da Termini alla cappella bianca dura circa 30 minuti.

Dalla cappella bianca "Chiesa San Costanzo" a Punta Campanella

Svoltiamo nella cappella bianca e scendiamo lungo il sentiero fiancheggiato da croci di legno. Tuttavia, dove il sentiero trasversale in legno gira a destra (waypoint 3) manteniamo la strada dritta e attraversiamo la pineta parallelamente al vialetto. Il sentiero è molto ben segnato in rosso e bianco e con un po 'di fortuna possiamo persino vedere un segno sbiadito come un sentiero escursionistico CAI-300. Ai rami, dovresti sempre seguire la codifica a colori, ci sono altri percorsi sbagliati che non ti guidano ulteriormente.

Il sentiero CAI-300, segnato in rosso e bianco, ci porta fuori dalla pineta sul crinale, che presto ci offre una vista meravigliosa di Capri. Dato che siamo relativamente alti sul mare, la vista dell'isola vicina sembra un po '"surreale" dall'alto rispetto direttamente al faro di "Punta Campanella", che è quasi al livello del mare. Sulla sinistra vediamo il promontorio della riserva naturale "Baia Di Jeranto".

Ramo alla variante corta

Se la splendida vista da Capri è sufficiente o se hai meno tempo o forma fisica, dovresti tenere gli occhi aperti sulla cresta dopo una svolta a destra (circa 30 minuti dopo la cappella bianca). Un cartello incorporato nel pavimento ci mostra la giunzione per la variante corta (waypoint 4). Con la versione corta, risparmiamo circa 250 metri di discesa e salita e circa 1,5 ore senza perdere nulla di veramente importante in questa fase. La versione breve ti riporta a Termini in circa 30 minuti.

Variante lunga: discesa a Punta Campanella

Per la variante più lunga seguiamo il percorso dritto e sempre verso il basso. La destinazione "Punta Campanella" con una vecchia torre apparirà presto e sarà raggiunta dopo circa 1,5 ore (calcolata dalla cappella bianca).
La via del ritorno da "Punta Campanella" riporta a Termini su un sentiero ben sviluppato che è molto popolare tra gli escursionisti (circa 1 ora di salita).

Di ritorno a Termini, c'è la possibilità di arrivare a Sorrento con il collegamento autobus SITA (di solito al massimo una volta ogni ora e purtroppo meno spesso intorno a mezzogiorno, quindi è meglio chiedere gli orari di partenza al più tardi all'uscita!).

Fatti sul palcoscenico 6

altitudine:

variante lunga: 685 m salita / 955 m discesa

versione corta: 445 m di salita / 720 m di discesa

Durata: variante lunga: 5: 15h / variante corta 3: 45h (ognuna senza pause)
Vedi anche Profilo altimetrico in dettaglio

Download percorso GPS per la fase 6 - versione corta

Download percorso GPS per fase 6 - versione lunga

Rinfreschi in arrivo

Ci sono numerosi posti dove fermarsi per un rinfresco (bar o ristoranti) sul percorso, ad esempio a Termini, Schiazzano, Massa Lubrense e, naturalmente, a destinazione a Sorrento.

La cappella bianca "Chiesa San Costanzo", visibile da lontano, è una tappa sul palco 6

La riserva naturale "Baia Di Jeranto"

Ancora e ancora Capri - particolarmente impressionante dall'alto!

Vicolo cieco con segnaletica inglese: è qui che camminiamo insieme!

Da Termini ritorno a Schiazzano

Lasciamo la piazza principale di Termini in direzione ovest, superiamo l'ufficio postale e seguiamo la promettente curva a destra, che si trasforma in una curva a sinistra. La piccola “Via di Padri” si dirama esattamente nella curva a sinistra, chiaramente visibile attraverso un cartello senza uscita con sottotitoli inglesi (waypoint 5). Seguiamo la "Via di Padri" concreta, ma poco dopo lasciamo il sentiero di cemento a destra su un sentiero, a questo punto un cartello piastrellato per "Sorrento" è incastonato nel cemento.

Poco dopo ci incontriamo di nuovo su un sentiero lastricato, che seguiamo a destra (breve salita), quindi poco dopo a un cancello di ferro decorato (waypoint 6) svoltiamo a sinistra in discesa.

Alla fine di questo sentiero, che conduce direttamente all'ingresso di una casa privata, il nostro sentiero si dirama bruscamente a destra. Se guardi da vicino, troverai un cartello a "U-turn" in cemento verso Sorrento sulla ringhiera di legno, che ci mostra la strada giusta (waypoint 7). Attraverso una piccola depressione seguiamo il sentiero che ci conduce attraverso vigneti e uliveti e su una sezione di cemento oltre una lunga casa. La "Via Turiello" si dirama in questa casa, ma continuiamo dritto. Il prossimo incrocio è il "Vicolo Barbarella" (waypoint 8). Il “Vicolo Barbarella” ci riporta a Schiazzano in cinque minuti (tratto da Termini a Schiazzano: circa 40 minuti).

Da Schiazzano a Sorrento

Tuttavia, se vuoi fare un'escursione direttamente a Sorrento e non vuoi fare una pausa pranzo a Schiazzano, non trasformarti in "V. Barbarella ", ma continua dritto. Il sentiero ci conduce ulteriormente in discesa, attraverso un piccolo ruscello e poi di nuovo a sinistra un po 'in salita per S. Maria (circa 15 minuti da Schiazzano).

A S. Maria incontriamo direttamente la chiesa, che giriamo a metà strada, poiché il nostro sentiero prosegue diagonalmente opposto come una bella scala (di fronte alla casa con il passaggio del cancello sulla destra, waypoint 9). Tuttavia, restiamo solo brevemente sulla scala. Prima che questo ci conduca troppo in basso, svoltiamo a destra in uno stretto sentiero del giardino ("Via Sant'Aniello Vecchio", waypoint 10), che ci premia con splendidi panorami e tende a condurre dritto a Massa Lubrense in un piccolo arco. Il sentiero del giardino ci porta improvvisamente fuori dal verde in uno stretto vicolo, dove svoltiamo a sinistra in "Via Mortella" (questo inizia a casa con il segnale stradale chiaramente visibile "Via Maldacea", ma prendiamo l'altra strada in questa casa chiamata "Via Mortella", waypoint 11).

A Massa Lubrense (circa 30 minuti da S. Maria) incontriamo un quadrato triangolare, verde, che lasciamo all'estremità "corta", leggermente più in alto a nord. Dopo pochi metri (poco dopo un edificio delle Poste Italiane) ci trasformiamo in "Via Molini" (waypoint 12). Rimaniamo a destra su un muro con una torretta e una foto del santo (waypoint 13) e da ora in poi seguiamo la strada utilizzata solo sporadicamente da Vespe e macchine più piccole. Questo si snoda attraverso i giardini e oltre una scuola e ci conduce sinuosi ma senza ramificarsi sull'ultima collina da attraversare per Sorrento.

Il prossimo punto di riferimento importante in questa sezione del percorso è raggiungibile da "Massa Lubrense" dopo circa 30 minuti: incontriamo una strada trafficata più grande (waypoint 14). Il nostro sentiero continua qui di fronte, dopo circa 5 minuti in più, le serpentine o le scale iniziano con una splendida vista di Sorrento e della baia di "Marina Grande". Alla fine dei tornanti vediamo una casa merlata molto stretta. Una scala poco appariscente conduce giù dietro questa casa. Si può solo dire che questa non è una scala di accesso privata dalla presenza di un segnale stradale ufficiale etichettato "1ª Trav Capo" (waypoint 15).
Dopo pochi passi raggiungiamo il centro storico di Sorrento e dopo molte giornate di escursioni nella natura siamo improvvisamente circondati dal turismo internazionale.

Suggerimento: Se dovessi riportare la barca a Napoli e quindi andare al porto: il sentiero più bello per il porto inizia sul lungomare dietro la Chiesa di San Francesco. C'è un piccolo sentiero per i pedoni qui, un sentiero integrato nella ripida parete che conduce al porto lungo i prendisole.

Segnale stradale "Vicolo Barbarella" a Schiazzano

Sul lato soleggiato - tappa 6 tra Massa Lubrense e Sorrento

La passeggiata sulle scogliere a Sorrento

Bed and Breakfast a Sorrento qui i nuovi e costosi appartamenti Sorrento

Stage 6: pernottamento

Pernottamento a Sorrento - buona selezione a prezzi elevati

Sorrento è per la sua eccezionale posizione geografica su ripide scogliere, il suo clima piacevole, i suoi tramonti unici e la vicinanza ad Ischia e Capri il "sogno italiano" per eccellenza per molti viaggiatori e quindi una calamita turistica internazionale. Ciò è evidente sia nella varietà delle offerte sia nel livello dei prezzi della sistemazione offerta. Numerosi hotel a 5 stelle pubblicizzano per gli ospiti così come piccole pensioni, bed and breakfast e sistemazioni boutique senza valutazione a stelle. Quasi tutti sono ancora costosi. Per dirla senza mezzi termini, Sorrento ha la più grande selezione di alloggi oltre il limite di 200 euro a notte.

Siamo stati fortunati e abbiamo ottenuto una camera molto chic e abbastanza conveniente a Sorrento Flats a breve termine (Sorrento Flats), Di norma, devi scavare a fondo in Sorrento o ridurre la qualità o la vicinanza al centro. Chiunque cerchi su booking.com Nella nostra esperienza, quindi, non dovrebbe essere basato su stelle ma solo sul risultato della valutazione (ad es. 8 e migliore) e sul prezzo.

Hotel a stella sulla ripida costa di Sorrento

Stabilimenti balneari al largo della ripida costa di Sorrento